Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |

 
  La Mostra del Cinema di Venezia celebra Giuseppe De Santis nel centenario della nascita  
 

Fondi 02 settembre 2017

La Mostra del Cinema di Venezia celebra Giuseppe De Santis nel centenario della nascita

Dopo New York, Berlino, Roma e Berkeley nei mesi scorsi, la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia sarà la nuova prestigiosa vetrina delle iniziative organizzate dall’Associazione Giuseppe De Santis in collaborazione con enti e istituzioni nazionali e internazionali per celebrare il centenario della nascita del regista di Fondi.

La kermesse del Lido renderà omaggio a De Santis Domenica 3 Settembre con la proiezione nella sezione Venezia Classic di “Non c’è pace tra gli ulivi” nella copia restaurata in 4K dalla Cineteca Nazionale.

Il restauro è stato realizzato a partire dai negativi scena e colonna messi a disposizione da CristaldiFilm di Zeudi Araya e Massimo Cristaldi. Le lavorazioni sono state eseguite presso il laboratorio Fotocinema di Roma. L’originario tono fotografico del film è stato ricostruito con la supervisione del direttore della fotografia Giuseppe Lanci.

Sarà inoltre presentata la versione aggiornata e ampliata del volume a cura di Marco Grossi “Giuseppe De Santis. La trasfigurazione della realtà / The Transfiguration of Reality” edito da Centro Sperimentale di Cinematografia e Associazione De Santis (Edizioni Sabinae, 2017).

Scrive la Conservatrice della Cineteca Nazionale Daniela Currò nell’introduzione al volume: «Nel centenario della nascita di Giuseppe De Santis e nel ventennale della sua morte, il Centro Sperimentale di Cinematografia rende omaggio ad uno dei grandi maestri del cinema italiano riproponendo, in collaborazione con l’Associazione Giuseppe De Santis, questa pubblicazione a dieci anni dalla sua prima edizione. Non si tratta però di una semplice ristampa: la veste grafica è nuova e il corredo fotografico al volume è rivisto ed ampliato, anche grazie a materiali provenienti dal fondo De Santis conservato presso la Cineteca Nazionale. Le riproduzioni di fotogrammi dei film sono accompagnate da foto di scena, scatti sul set, bozzetti, provini, foto di distribuzione ed anche foto degli anni in cui De Santis fu insegnante al Centro Sperimentale di Cinematografia».

Le iniziative di Venezia vedranno la partecipazione di una delegazione dell’Associazione De Santis: la moglie del regista Gordana Miletic De Santis, il Consigliere delegato Virginio Palazzo e il Segretario Marco Grossi.

Naturalmente il Centenario desantisiano sarà al centro della XVI edizione del FONDIfilmFESTIVAL (16-24 Settembre), con la retrospettiva integrale dei film di De Santis e dei documentari a lui dedicati. Nei giorni del Festival sarà annunciata ufficialmente la recente istituzione del “Museo del Neorealismo” (legge regionale n°9 del 14 Agosto 2017) che avrà sede a Fondi presso il Complesso di San Domenico.

Si è pertanto concluso positivamente dopo oltre un decennio il primo passo di un tormentato iter cui dovrà seguire, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge, l’adozione dei criteri delle modalità di funzionamento del Museo, nonché delle risorse necessarie per la sua realizzazione.

A supporto dell’Associazione Giuseppe De Santis - promotrice del progetto sin dal 2007 con l’impegno diretto di Carlo Lizzani ed Ettore Scola, e in seguito di Giuliano Montaldo, Gianni Amelio e Mario Martone - sono intervenuti i Consigli provinciali di Frosinone e Latina e i Consigli comunali di Fondi, Itri, Lenola e Monte San Biagio, che nei mesi scorsi hanno deliberato proposte alla Regione Lazio, tutte approvate all’unanimità, finalizzate a tale risultato, promuovendo un’azione di sensibilizzazione a nome dei territori a favore di una realtà tanto importante e prestigiosa.

La norma sarà illustrata nel corso del FONDIfilmFESTIVAL dall’Assessore regionale alla Cultura Lidia Ravera e dai Consiglieri della Regione Lazio Enrico Forte e Giuseppe Simeone, firmatari dell’emendamento che ha consentito l’approvazione il 5 Agosto scorso della legge istitutiva del Museo.

Gli spazi che ospiteranno il “Museo del Neorealismo” sono stati visitati nei giorni scorsi dal Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, dal Vice Ministro degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale Mario Giro, dal fondatore e dal Presidente della Comunità di Sant’Egidio Andrea Riccardi e Marco Impagliazzo.

Fonte: Associazione Giuseppe De Santis
assodesantis@tiscali.it