Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |

 
  "Il neorealismo è l’Italia che si ribella contro tutte le oppressioni e i soprusi": a Fondi dal 4 al 7 agosto in scena "Non c'è pace tra gli ulivi"  
 

Fondi 01 agosto 2016

IN SCENA “NON C’È PACE TRA GLI ULIVI”
DAL CAPOLAVORO DEL NEOREALISMO
LO SPETTACOLO TEATRALE
NEL CENTENARIO DELLA NASCITA DI RAF VALLONE

4 / 7 AGOSTO 2016 - CHIOSTRO DI SAN DOMENICO A FONDI

«Il neorealismo cinematografico non sarebbe mai nato senza la caduta del fascismo. Il neorealismo è l’antifascismo italiano. È la Resistenza italiana. È la nascita della democrazia in Italia. È il momento più alto, nell’arte, della democrazia stessa: la sua punta di diamante. Il neorealismo è l’Italia che si ribella contro tutte le oppressioni e i soprusi».

 

Vallone - De Santis sul set di Non c' pace Web

Così scriveva nel 1990 Giuseppe De Santis e nelle sue parole si ritrova il senso dell’operazione culturale che vedrà la luce tra pochi giorni: la messinscena teatrale di “Non c’è pace tra gli ulivi”, film del 1950 girato a Fondi e nei paesi limitrofi proprio da De Santis, che lo sceneggiò con Libero de Libero, Carlo Lizzani e Gianni Puccini.

“Non c’è pace tra gli ulivi” è una denuncia delle ingiustizie e dei soprusi perpetrati ai danni dei più deboli: il film racconta come a metà del ‘900 erano i pastori della Ciociaria a subire tali angherie, nella società contemporanea sono coloro i quali devono lottare contro i conformismi, scontrarsi con i politici che non perseguono il bene comune, patire le vessazioni degli sfruttatori sui luoghi di lavoro.

Lo spettacolo teatrale, liberamente ispirato al capolavoro del Neorealismo ma rispettoso dell’ambientazione e della trama del film, andrà in scena da Giovedì 4 a Domenica 7 Agosto prossimi alle ore 21.00 nel chiostro di San Domenico a Fondi, e sarà diretto da Giovanni Pannozzo, che indosserà anche i panni del personaggio principale Francesco Dominici, nel film interpretato da Raf Vallone, a cui la messinscena è dedicata nel centenario della nascita.

In scena Giovanni Pannozzo sarà affiancato da (in ordine alfabetico): Ilaria Giovannelli (Lucia Silvestri), Dario de Francesco (Agostino Bonfiglio), Enzo Biasillo (Maresciallo), Franco Capotosto (Antonio), Domenico Capuano (Giuseppe), Lucio Ciccone (Avvocato Pettarelli), Raffaele Conte (Avvocato De Santis e Gaetano Cataldo), Vincenzo De Simone (Vincenzo Silvestri), Pietro Giovannoni (Carabiniere), Salvatore Ialongo (Giudice Di Stefano), Giorgia Fabrizio (Mafalda), Christian Mastromattei (Pasquale), Francesca Micci (Maria Grazia Dominici), Alessia Milanese (Filomena), Serina Stamegna (Margherita Capuano), Armando Maria Stravato (Giacchino) e con la partecipazione di Silvia Tagliavento nel ruolo di Anna.

Le varie fasi dello spettacolo saranno scandite dalla voce narrante del popolare attore e doppiatore Luca Ward.
L’adattamento teatrale del film è a cura dello stesso Giovanni Pannozzo e di Marco Grossi, Segretario dell’Associazione Giuseppe De Santis.

Lo spettacolo si avvale del contributo di: Giorgia Piracci (Aiuto Regia), Marco Grossi (Assistente alla Regia), Florina Jankowski (Assistente di Produzione), Francesco Ciccone e Angelo Giuliani (Musiche dal vivo), Dario de Francesco (Disegno Luci), Laura Donati (Fotografia); Makevu Production (Riprese Video), Remix Sound (Service Luci-Audio).

L’evento – allestito a cura dell’Associazione culturale dello spettacolo “On Broadway” e supportato da LeoGroup srl, Ricevimenti Miramonti e Vivaio Désirée in qualità di main sponsor – è patrocinato da Comune di Fondi, Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, Gruppo Folk Città di Fondi, Pro Loco Fondi e Associazione Giuseppe De Santis.

La prevendita dei biglietti è aperta presso la libreria “Il Seme” in Corso Appio Claudio a Fondi.

 

foto prove Non c' pace tra gli ulivi