Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |

 
  I luoghi a Fondi parlano  
 

Fondi 19 luglio 2016

I luoghi a Fondi parlano

di Fulvia di Sarra

I luoghi parlano, regalano ricordi ed emozioni e raccontano persone, epoche e vicende.

Ritrovare angoli in cui il tempo si è fermato è un viaggio dell’anima alla ricerca del proprio passato. E… là … ad ascoltare in silenzio … un silenzio che parla, tra luoghi che parlano.

L’albero del pepe

Esisteva un albero che si affacciava imponente sulla via Appia … una pianta di pepe … che – nel tempo – aveva raggiunto dimensioni notevoli. Un gigantesco ombrello verde.

Un simbolo per la comunità fondana e per la locale storia del costume. Molto noto: non tanto per le sue speciali qualità … speziali, ma perché rappresentava un … punto d’incontro – o rifugio – per gli innamo- rati dell’epoca.

Il rigore dei costumi non consentiva allora approcci facili, nelle storie di cuore tra i giovani.

Pertanto amori e passioni, talvolta, ricorrevano alla clandestinità… “ sott’.. ju pèp!”. Incontri furtivi, non esenti da ansie; per sfuggire alla curiosità e a qualche maldicenza.

In una zona esterna del paese - e un po’ isolata – gli innamorati … ad inventarsi complicate strategie per potersi incontrare, per potersi vedere, per scambiarsi promesse e fugaci tenerezze … sotto il pepe !!!.

E con la complicità del vasto albero che li accoglieva, andavano a promettersi … amore eterno … tra desideri contenuti e piccole trasgressioni.

Una pianta testimone di un’epoca … per aver ospitato sentimenti e sogni dei ragazzi di un tempo … per aver conosciuto le loro belle storie … per aver ascoltato il battito del cuore di generazioni e di tempi diversi.

Ora l’albero del pepe è solo … . Inutilmente spera di rivivere … frasi, sussurri o bisbigli tra le sue foglie.

E racconta al vento lontane effusioni e scomparse armonie. Ma egli non sa che gli innamorati di oggi - protagonisti di storie e di amori più esibiti – sono meno felici dei ragazzi di ieri … i loro genitori … .


Villa Cantarano e torretta d'angolo Fondi di notte

L’orologio di Piazza S. Maria

Un testimone importante della vita fondana, l’orologio dell’antico campanile che ha scandito epoche ed eventi, ha ritmato ore ed affanni, ha accompagnato generazioni.

Allora, nel giorno e nella notte, l’orologio scoccava imperioso, riempiva l’aria e i silenzi, tra vicoli e case senza suoni.

Scandiva la vita del luogo – tra quarti d’ora … mezze ore … nel generale silenzio. Unico rumore, si diffondeva tra piccole strade e vicoli e invadeva le case di cui condivideva speranze e pene. E regolava i ritmi della comunità.

Nella sera vecchi e giovani – tutti maschi – si portavano a sostare sulla gradinata della chiesa: nella speranzosa attesa di una proposta di lavoro per l’indomani e per una occasione di incontro e di socialità.

E, seduti sui gradini, a raccontarsi la quotidianità misera … a sperare una fortunata proposta di lavoro e forse … a fantasticare una cena meno scarna.

Ma l’orologio, con rintocchi secchi, annullava speranze e dubbi e rimandava tutti a casa laddove – in una intimità molto sentita – tutti a dormire.

In attesa di nuove albe. E tutti … a sperare in un nuovo giorno…

 

Notizie "Speciale Estate" 2016 Piana del Sole

cliccare qui per scaricare il pdf

Pubblicato a cura dell'Associazione Pro Loco "Speciale Estate" 2016 Piana del Sole. Il file pdf è anche interattivo e rimanda ai contenuti multimediali di internet.

SPECIALE ESTATE 2016.
In questo numero nelle edicole e nelle attività di Fondi centro e Fondi mare:


Antico stile e moderne tecnologie

S...estate a Fondi, il litorale e il lago

I luoghi parlano - di Fulvia di Sarra

Il peperoncino. Alcune notizie utili per meglio conoscere i molteplici aspetti che caratterizzano questa nobile pianta

Ecco gli alimenti che contengono meno calorie di quelle impiegate per digerirli

Il lavoro premia i giovani. Un esempio del Caseificio Porta Roma e dei fratelli Andrea, Gianmaria e Alessandro Buonanno. Loro hanno scelto la qualità! La speranza è che non sono gli unici: altre aziende fondane vedono ai posti di comando i giovani

Aisha incanta con la danza del ventre

Moda: delizia e tormento. Analisi dei “mostri” che la moda crea e il buon gusto di guardarsi bene allo specchio prima di offrire “spettacoli” circensi. di Gino Fiore

Arriva il kit... della raccolta differenziata. Incontro ravvicinato e conseguente dialogo incredibile, ma non troppo

Gastronomia: Primum manducare, deinde philosophari (prima mangiare, poi filosofare). La cucina fondana è patrimonio di un passato sempre vivo

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI DELL’ESTATE FONDANA