Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |

 
  Un ritorno al paese natio per raccontare il loro "miracolo"  
 

Fondi 30 giugno 2015

Un ritorno al paese natio per raccontare il loro "miracolo"

Pubblico attento e commosso alla presentazione dei due libri del fondano Mario Giordano, artista insieme alla moglie sarda Danila Piu. Vissuti per qualche decennio a Firenze e attualmente residenti in Sardegna vicino Olbia.

Salvatore De Meo Gaetano Orticelli Danila Piu Mario Giordano web

L'evento si è celebrato nella sala superiore del Castello Caetani. Il primo libro dal titolo: "Una storia, il miracolo, una poesia" racconta minuziosamente la travagliata esperienza vissuta dalla coppia in seguito ad una grave malattia che ha colpito Danila Piu. E come non arrendendosi alle contrarietà hanno riscoperto la vita; il secondo libro: "Regalati una poesia, fatti accarezzare da parole che ti somigliano" è una raccolta di poesie frutto di ispirazione di Mario Giordano.

Presentazione libri Mario Giordano a Fondi web

L'incontro si è aperto con il saluto del sindaco di Fondi Salvatore De Meo che ha dato il benvenuto alla coppia di artisti e ringraziandoli per il messaggio positivo che hanno portano attraverso le loro opere, li ha invitati a ritornare il prossimo anno. La serata è continuata con l'ascolto delle diverse voci e musiche.

Salvatore De Meo Gaetano Orticelli Danila Piu Mario Giordano bis web

La presentazione si è inserita nell'iniziativa che l'Associazione culturale "Immagina" sta presentando con l'esposizione di quadri realizzati a quattro mani dallo scrittore Mario Giordano e l'artista Danila Piu, progetto di un cammino terapeutico attraverso i colori che si concluderà stasera 30 giugno 2015. Una mostra originale paragonata alla moda bella davanti ed elegante di dietro.

Il commento del prof. Emidio Quadrino

La serata è stata piacevole perché abbiamo potuto ascoltare la esternazione di sentimenti che paiono affievoliti se non addirittura inascoltati: dolori, amori, gentilezze, rimpianti, gioie, ricordi, in una parola l'essenza della vita.

Come mai? Quale peccato così grande stiamo scontando? Seguiamo false immagini di bene che ci rendono sempre meno contenti (non diciamo felici perché la felicità non è di questo mondo qua!).

Ci ha colpiti l'accortezza degli organizzatori di far trasmettere questi sentimenti anche ai bambini, vuol dire che la speranza di un recupero di questi sentimenti non è perduta per sempre. Brava Marianna Coscione che ha fatto da madrina a questi bimbi.

Il pubblico è stato sempre attento, peccato che la mancanza di amplificazione ha impedito a volte di seguire la recitazione, specie quella dei fanciulli.

La mostra dei dipinti a double face è stata una novità che ha incuriosito non poco i visitatori che hanno commentato piacevolmente il doppio giro di visita. Tutta la presentazione, grazie al giornalista Gaetano Orticelli, è stata priva dei fastidiosi silenzi inevitabili quando si coinvolgono i bambini; e vivacizzata dai suoi brevi interventi illustrativi.

Prof. Emidio Quadrino

5xmilleProLocoFondi light