Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |

 
 

Per la Regione Lazio l'ospedale di Fondi resta centrale. Soddisfatto il sindaco Salvatore De Meo

 
 

Fondi 16 aprile 2015

Per la Regione Lazio l'ospedale di Fondi resta centrale

Il sindaco Salvatore De Meo esprime soddisfazione per l'incontro avuto nella mattinata di ieri con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sull'ospedale “San Giovanni di Dio” di Fondi.

Nessun accenno di scuse da parte di Zingaretti nei riguardi del migliaio di persone recatesi lunedì scorso a Roma sotto le sue finestre.

 

Foto difesa ospedale di Fondi Regione Lazio web

(ANSA) - ROMA, 15 APR

"Il ruolo dell'ospedale di Fondi, oggetto dell'incontro richiesto dai sindaci del comprensorio di Fondi con il Presidente Nicola Zingaretti, dovra' restare centrale nella rete sanitaria per acuti della provincia di Latina con particolare riferimento all'emergenza urgenza e alla rete neonatale. I due settori dovranno essere oggetto di un potenziamento quantitativo e qualitativo".

Queste le indicazioni - spiega una nota della Regione - operative evidenziate oggi nell'incontro che si e' svolto in Regione con il presidente Nicola Zingaretti, il responsabile della Cabina di regia Alessio D'Amato, il direttore della Asl di Latina Michele Caporossi, il senatore Claudio Fazzone e i sindaci di Fondi, Sperlonga, Monte San Biagio e Campodimele.

In particolare il settore perinatale sara' potenziato con l'aggiunta di due nuovi posti di neonatologia, mentre il Pronto soccorso avra' uno spettro operativo generale.

A Fondi sara' realizzata, adeguando quella gia' presente o utilizzando spazi adiacenti, una elisuperfice per le attivita' dell'elisoccorso attiva sulle 24 ore.

Nel corso del colloquio, prosegue la nota, e' stata ribadita la necessita' di potenziare tutta la ASL pontina con il DEA di II livello di Latina, con l'apertura della Terapia Intensiva Neonatale e il potenziamento del servizio di emodinamica di Formia.

L'incontro si e' concluso con la decisione del Presidente Zingaretti di considerare - previa concertazione di un tavolo tecnico tra la cabina di regia della sanita' regionale, la Direzione generale della Asl di Latina e i sindaci del comprensorio di Fondi - misure integrative gia' nel prossimo autunno quando, in base alle norme di approvazione degli Atti aziendali, e' prevista una finestra temporale pensata proprio per permettere gli aggiustamenti che si evidenziassero in corso d'opera come necessari.

Il Presidente Zingaretti, infine, si e' reso disponibile per un nuovo incontro per seguire direttamente gli esiti del tavolo tecnico.(ANSA).

Il sindaco di Fondi Salvatore De Meo ha espresso soddisfazione; "considerato che le ragioni dei territori sono state ascoltate e abbiamo anche potuto formulare alcune proposte che saranno oggetto di concertazione in sede di uno specifico tavolo tecnico. L’obiettivo è di pervenire ad aggiustamenti dell’Atto aziendale, tali da renderlo più confacente alle esigenze della Sanità comprensoriale. A tal fine, nel corso dell’incontro abbiamo ribadito che l’operato del Direttore Generale della ASL di Latina dovrà essere supportato affinché le nostre rivendicazioni possano trovare accoglimento».

Nessun accenno di scuse da parte di Zingaretti nei riguardi del migliaio di persone recatesi lunedì scorso a Roma sotto le sue finestre.

5xmilleProLocoFondi light