Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

“SI SCRIVE IMMIGRAZIONE SI LEGGE INTEGRAZIONE PER UNA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA” - FONDI SABATO 29 NOVEMBRE 2014 ORE 17.00

 
 

Fondi 26 novembre 2014

“SI SCRIVE IMMIGRAZIONE SI LEGGE INTEGRAZIONE PER UNA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA”

COSTRUIRE LA POLIS - INCONTRO CON GLI AMMINISTRATORI LOCALI A CURA DELLA ASSOCIAZIONE VITTORIO BACHELET - AZIONE CATTOLICA DIOCESANA - CARITAS DIOCESANA - UNAR UFFICIO NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI RAZZIALI DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA’ PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
FONDI PALAZZO CAETANI
SABATO 29 NOVEMBRE 2014 ORE 17.00


L' appuntamento dell’associazione, organizzato in sinergia con la Caritas Diocesana, è fissato alle 17.00 di sabato 29 novembre a Fondi, nel Palazzo Caetani.

Si tratta di un importante momento di dialogo con gli amministratori locali sul tema dell’integrazione degli immigrati presenti sul nostro territorio.

Il convegno si colloca nel percorso “Costruire la Pòlis” dedicato all’approfondimento dei temi sociopolitici e intende proseguire nel dialogo con quanti, di AC e non, sono impegnati in politica.

L’incontro vuole essere un’occasione di riflessione e di confronto sul tema dell’immigrazione, un’opportunità per conoscere meglio il fenomeno e sapersi rapportare ad esso in maniera positiva e propositiva, promuovere il valore dall’accoglienza, individuare possibili vie per agire “in rete”.

Franco PittauInterverrà Franco Pittau, presidente dell’IDOS, coordinatore del Dossier Immigrazione elaborato per conto dell’UNAR – Ufficio Nazionale Anti discriminazioni razziali e pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il relatore ha collaborato per diversi anni con la Caritas Nazionale e con Mons. Luigi Di Liegro e solleciterà una riflessione sul significato dei termini accoglienza e integrazione. Seguirà l’intervento della Caritas Diocesana per una lettura del territorio rispetto al tema in oggetto.

Il dibattito vedrà il contributo di un dirigente scolastico di un’istituzione che registra una buona presenza di immigrati, riguardo le problematiche con cui il sistema scolastico deve fare quotidianamente i conti per promuovere l’integrazione di tutti gli studenti; dei sindaci delle quattro città principali del territorio, circa le politiche in atto su questo versante.

Il nuovo consiglio dell'associazione

In ottobre, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “Vitruvio Pollione” di Formia, l’assemblea dei soci dell’Associazione Culturale “Vittorio Bachelet” ha provveduto all’elezione dei due nominativi che hanno completato la composizione del nuovo consiglio direttivo dell’associazione, che si compone di cinque membri: due nominati dal Consiglio Diocesano di Azione Cattolica, due eletti nel corso dell’Assemblea dei soci, il presidente diocesano di AC.

Mariarosaria ColozzoIl nuovo direttivo per il triennio 2014/2017 risulta essere così composto: avv. Alfredo Carroccia e prof.ssa Rita Alicandro (nominati dal Consiglio Diocesano AC); prof.ssa Gabriella Mausoli e dott.ssa Alida Ciorra (elette dall’assemblea dei soci); prof.ssa Mariarosaria Colozzo (membro di diritto in quanto presidente diocesano di AC).

Il consiglio direttivo così composto in occasione della prima riunione ha provveduto al conferimento degli incarichi istituzionali e ha affidato la presidenza dell’associazione all’avvocato Carroccia, la vicepresidenza alla professoressa Mausoli, la segreteria alla professoressa Alicandro e la gestione amministrativa alla dottoressa Ciorra.

Costituita dall’Azione Cattolica Diocesana nel 1996 allo scopo di promuovere iniziative di riflessione e di divulgazione nel campo culturale, sociale e politico, l’associazione “Bachelet” intende sostenere una cultura fondata su un umanesimo integrale; avviare un confronto cordiale con tutti gli uomini di buona volontà; rimanere fedele e sviluppare il grande valore culturale e civile sotteso alla scelta religiosa dell’Azione Cattolica Italiana e all’opera di uomini come Giovan Battista Montini, Vittorio Bachelet e Giuseppe Lazzati.