Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Buona Pasqua alla città di Fondi e a chi ci vive

 
 

Fondi 20 aprile 2014

 

Buona Pasqua alla città di Fondi e a chi ci vive

Sì è una Pasqua diversa dalle antiche tradizioni della città di Fondi: tutte le varie processioni del Calvario non si svolgono più e fra queste quello del "Vòtta-vòtta" (spingi-spingi) perché si svolgeva subito dopo l'Orto degli Ulivi, quando Gesù venne arrestato nel trambusto generale delle guardie, degli apostoli e della gente presente.

Sì certo: per i vicoli di Fondi non c'è più il profumo dei "Tort'n" dolce tipico pasquale, delle pastiere e degli altri dolci caratteristici.

Le grandi e approfondite pulizie della casa (segno della tradizione ebraica che va alla ricerca degli "Hamez" in giro per tutte le stanze dell’abitazione, il pane vecchio e, una volta trovatolo, lo brucia. Questa ricerca è accompagnata da una preghiera che dice più o meno così: “Signore, se c’è qualcosa di nascosto dentro di me che io ancora non ho trovato o ignoro, fallo sparire). Pulizie che salutano la freschezza della primavera dopo il cupo inverno.

La Notte di Pasqua, infatti, il primo rito che si fa durante la Veglia è accendere il cero segno di Cristo Luce del mondo che nella fede cristiana viene a sconfiggere le tenebre del peccato e della morte.

C’è un passaggio da fare… Fare Pasqua significa fare un passaggio (dall’ebraico Pesah). La Città di Fondi vuole fare questo passaggio dalla tristezza alla gioia, dall'indifferenza alla solidarietà, dalla divisione alla condivisione.

E allora sia Pasqua per tutti oggi... le cose vecchie sono passate, alziamo lo sguardo aprendoci con fiducia alla novità della vita.

Auguri di Buona Pasqua a tutti dall'Associazione Pro Loco Fondi.