Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Festa della donna: "In marcia per la vita"

 
 

Fondi 8 marzo 2014

 

Festa della donna: "In marcia per la vita"

In occasione della “Festa della Donna” oggi, Sabato 8 Marzo, il Comitato di Fondi dell’ANDOS - Associazione Nazionale Donne Operate al Seno organizza la terza edizione della manifestazione “In marcia per la vita” allo scopo di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della prevenzione dei tumori e della diagnosi precoce.

L’iniziativa – patrocinata dal Comune di Fondi e dalla Provincia di Latina – si svolge con l’amichevole partecipazione di CIF, ASD “Fondi Runners”, Comitato di Fondi della Croce Rossa Italiana e Associazione Felipe Kaos Latino e si avvale del contributo del Conad Superstore e del MOF - Centro Agroalimentare all’Ingrosso di Fondi, che metterà a disposizione sacchetti di frutta di stagione che verranno distribuiti ai partecipanti.
La marcia è organizzata nell’ambito del progetto “Gomitolo Rosa”, che si propone di sostenere le associazioni di donne impegnate sul fronte del tumore al seno e della salute della donna in Italia e in Europa, recuperando la lana non assorbita dal mercato e contribuendo a un miglior equilibrio dell’ambiente.

Il ritrovo è fissato alle ore 9.30 in piazza Alcide De Gasperi, con partenza alle ore 10.00. Il corteo attraverserà numerose strade cittadine per far ritorno alle ore 12.00 circa sul luogo di partenza.

All’arrivo i partecipanti saranno accolti da un breve saluto del comitato organizzatore ANDOS e della Presidente del Consiglio comunale di Fondi Maria Luigia Marino, madrina dell’iniziativa, che invita tutta la cittadinanza ad aderire alla manifestazione.
Per informazioni è possibile contattare la segreteria ANDOS di Fondi al numero 392-9458154.

«Oltre a sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione della diagnosi precoce – dichiara Caterina De Filippis, Presidente A.N.D.O.S. di Fondi – l’iniziativa vuole favorire anche una riflessione sulla condizione femminile. Tuttavia non mancheranno i momenti di svago e soprattutto l’attività motoria, per ribadire la necessità di uno stile di vita sano ed attivo che ha riflessi positivi sullo stato di salute generale della persona».