Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Defibrillatori contro l'arresto cardiorespiratorio alla Polizia Locale

 
 

Fondi 23 gennaio 2013

 

Dispositivi semi automatici per il trattamento precoce dell’arresto cardiorespiratorio alla Polizia Locale

 

Mauro Renzi

Si completa la dotazione dei defibrillatori della città di Fondi: lo rendono noto il Sindaco Salvatore De Meo e il Comandante della Polizia Locale Col. Mauro Renzi a seguito della consegna odierna al locale Comando P.L. di due dispositivi semi automatici per il trattamento precoce dell’arresto cardiorespiratorio.

I due defibrillatori sono in dotazione alle auto di pattuglia sul territorio comunale, garantendo in tal modo interventi tempestivi in caso di emergenza. Su base nazionale i dati sono molto incoraggianti, poiché spesso grazie all’intervento immediato è stata assicurata la sopravvivenza del paziente fino all’arrivo delle cure avanzate e del successivo ricovero.

Tutti gli agenti della PL di Fondi sono stati formati all’uso dei defibrillatori, avendo frequentato nel mese di Settembre 2012 un Corso promosso dall’Amministrazione comunale e dal locale Comitato della Croce Rossa Italiana e tenuto da un’èquipe medica e da istruttori della Scuola regionale della CRI. Il Corso ha consentito a ben 120 iscritti – dipendenti municipali, Agenti della Polizia Locale, volontari della C.R.I. di Fondi e responsabili delle società sportive di Fondi e Lenola – di istruirsi all’uso dei dispositivi.

In totale i defibrillatori semi automatici presenti nel centro cittadino sono sei, comprendendo anche la Casa comunale, due Istituti scolastici, il campo di calcio in via Arnale Rosso ed il Palazzetto dello Sport. Nei mesi scorsi due di essi sono stati forniti in comodato d’uso dalla Provincia di Latina per iniziativa del Presidente Armando Cusani, a cui si deve il decisivo impulso alla sensibilizzazione istituzionale riguardo al trattamento d’emergenza dell’arresto cardiocircolatorio e alla costituzione di una rete di defibrillatori da posizionare in modo omogeneo sul territorio nei comuni pontini.