Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

"Da de Libero a Bukowski". Recital-Concerto con Capolicchio e Anzovino

 
 

Fondi 14 dicembre 2012

 

"Da de Libero a Bukowski"
Recital-Concerto con Capolicchio e Anzovino

Dopo il successo del settembre scorso nella serata di apertura della XI edizione del FONDIfilmFESTIVAL, Lino Capolicchio e Remo Anzovino hanno ideato con l’Associazione Giuseppe De Santis, un Recital-Concerto che avrà luogo a Fondi sabato 15 Dicembre alle ore 18.00 nel Salone di Palazzo Caetani.
L’evento è patrocinato dal Coordinamento CREIA - Regione Lazio e dal Comune di Fondi.
I due grandi interpreti della parola e della musica si alterneranno e uniranno nella proposta di poesia e musica, partendo da Libero de Libero fino a Charles Bukowski, passando per Eugenio Montale, Pier Paolo Pasolini, Ernesto Cardenal, Edgar Lee Masters ed altri ancora.
Le immagini di brani dei film di Giuseppe De Santis, Gian Butturini, Pier Paolo Pasolini, Billy Wilder e John Schlesinger faranno da contorno a quello che si preannuncia un evento speciale, nato dall’incontro occasionale di due artisti e dalla enorme emozione suscitata dalla interpretazione di Capolicchio e dalla prima esecuzione dell’ultimo disco di Anzovino “Viaggiatore immobile”, che a Fondi hanno incantato l’affollata sala dell’Auditorium “San Domenico” alla presenza di personalità della cultura come Vittorio Sgarbi, Lorenzo Zichichi, Ettore de Conciliis.
Lino Capolicchio, eccellente attore che ha segnato, fin da giovanissimo, la storia del Teatro, del Cinema e della Televisione, con interpretazioni di opere dirette, tra gli altri, da Giorgio Strehler, Edmo Fenoglio, Roberto Faenza, Giuseppe Patroni Griffi, Dino Risi, Vittorio De Sica, Carlo Lizzani, Sandro Bolchi, Pupi Avati, Giuseppe De Santis, è colto e fine interprete in recital di autori classici e moderni.
Remo Anzovino, al suo quarto lavoro discografico, si avvia ad affermarsi sulla ribalta nazionale e internazionale per le sue atmosfere musicali piene di suggestione che uniscono la melodia ai ritmi in una armoniosa unione che crea uno stile personale e inconfondibile. Dopo la presentazione in anteprima al FONDIfilmFESTIVAL, il disco “Viaggiatore immobile” è schizzato, come i tre precedenti, in vetta alla classifica degli album di jazz italiani di iTunes e in cima al gradimento di critica e pubblico. Dopo l’esibizione del 1° Novembre scorso al “Blue note” di Milano e la presentazione del disco sul TG1 e la7, per il 10 Gennaio prossimo Anzovino è stato invitato ad esibirsi all’“Iridium” di New York, attualmente uno dei locali più importanti nel panorama jazz e rock internazionale. E anche la Cina non è rimasta indifferente allo stile colto e popolare, internazionale ma insieme profondamente italiano dell’artista, che travalica i generi passando senza soluzione di continuità dal jazz alla classica al pop. A Febbraio 2013 infatti Anzovino è stato chiamato ad esibirsi in una serie di concerti in alcune grandi città cinesi quali Macao, Shangai e Hong Kong.