Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Nove milioni 347 mila euro a Fondi per i quartieri Portone della Corte e Spinete

 
 

Fondi 27 maggio 2012


Ottimo risultato per il Comune di Fondi, classificatosi terzo a livello regionale, nella graduatoria di assegnazione dei fondi Plus per interventi di sviluppo urbano locale, ottenendo un importo totale di euro 9.347.460.

Un parco progetti di quasi 147 milioni di euro per finanziare 16 piani di riqualificazione urbana in altrettanti Comuni del Lazio, con popolazione superiore ai 25mila abitanti.

Sono questi i risultati dei bandi Plus, il programma di interventi di sviluppo urbano locale approvato dalla Regione Lazio e presentato dalla presidente Renata Polverini presso la sede della Giunta regionale, alla presenza di sindaci e amministratori locali dei Comuni ammessi al finanziamento e rappresentanti delle parti sociali.

Insieme all'assessore regionale al Bilancio, Stefano Cetica, e al direttore regionale Programmazione economica, Ricerca e Innovazione, Cinzia Felci, la governatrice del Lazio ha illustrato i 16 progetti, ammessi alla seconda fase, che sono stati tutti finanziati con il nuovo Asse V - ‘Sviluppo urbano e locale’ del Por Fesr Lazio 2007-2013.

In particolare i programmi finanziati riguardano interventi di riqualificazione urbana presentati da 8 Comuni della provincia di Roma (Albano, Fonte Nuova, Guidonia, Marino, Monterotondo, Pomezia, Roma Capitale, Velletri), 5 della provincia di Latina (Aprilia, Cisterna, Fondi, Formia, Latina) ai quali si aggiungono i comuni di Frosinone, Rieti e Viterbo.

La Regione Lazio infatti, considerata l’elevata qualità della progettazione contenuta nelle candidature Plus, ha deciso di valorizzare tutti i 16 progetti che sono stati selezionati per la fase finale. Gli interventi di riqualificazione urbana rientrano in quattro differenti ambiti: recupero di spazi ed edifici pubblici; inclusione sociale e sviluppo di servizi sociali, turistici e culturali; miglioramento dello stato dell’ambiente, della mobilità e dei trasporti urbani; promozione dell’imprenditorialità e rivitalizzazione del tessuto economico.

A fronte di 147 milioni di euro di progetti risultati ammissibili al POR FESR, sono stati immediatamente stanziati oltre 125 milioni di euro per i progetti vincitori, prevedendo la possibilità di finanziare 25 milioni di euro di interventi cosiddetti di riserva, ossia finanziabili per rimpiazzare gli interventi che presentano delle criticità e reimpiegare le economie derivanti dalle gare d’appalto.

E’ stato inoltre costituito un fondo di garanzia dotato di 2,5 milioni di euro per erogare 10-15 milioni di finanziamenti agevolati alle PMI interessate dai Plus finanziati. Ogni Piano deve concludersi integralmente entro il 30 settembre 2015.


«Desidero ringraziare – ha dichiarato il sindaco di Fondi Salvatore De Meo – la presidente Renata Polverini, l’assessore al Bilancio Stefano Cetica ed il Direttore della Programmazione economica, Ricerca e Innovazione Cincia Felci per il grande lavoro svolto al fine di recuperare risorse che la Regione Lazio ha saputo rimettere in gioco rinegoziando le stesse con la Comunità Europea, la quale ne ha autorizzato l’utilizzo a favore dei Comuni per progetti di riqualificazione urbana. Un meccanismo virtuoso, quello attivato dalla Regione Lazio a guida Polverini, che si è tramutato in una grande opportunità per ben 16 Comuni».

«L’Amministrazione comunale di Fondi si è immediatamente attivata con la presentazione di una candidatura che ha visto la progettazione di un duplice intervento di riqualificazione che interesserà i quartieri residenziali di Portone della Corte e Spinete. Rivolgo un doveroso apprezzamento agli Uffici del nostro Comune, il cui accurato lavoro è stato particolarmente apprezzato in Regione per professionalità e puntualità».

Nello specifico il finanziamento sarà investito in numerosi interventi.
Nel quartiere di Portone della Corte si procederà al completamento del Parco di educazione stradale, alla riqualificazione del piazzale delle Regioni, alla realizzazione di un campus dello sport e di una nuova scuola materna, la quale troverà ubicazione nella struttura adiacente la Biblioteca comunale.

L’importo più rilevante – pari a circa 4.500.000 di Euro – sarà destinato all’urbanizzazione del quartiere Spinete con la realizzazione di nuove arterie previste dal PRG, la realizzazione di marciapiedi e di impianti di pubblica illuminazione. Contestualmente, l’Amministrazione procederà alla realizzazione dei lavori di sistemazione di via Spinete I con fondi del Bilancio comunale.
Saranno inoltre attivate nelle due zone residenziali azioni di riqualificazione di attività produttive e commerciali, con aiuti alle Piccole e Medie Imprese, e attività di inclusione sociale per i giovani e le famiglie.

E’ previsto altresì il completamento della bretella che da via Lagurio conduce a via Diversivo Acquachiara, i cui lavori sono già in corso, che consentirà di avviare un mobilità alternativa per decongestionare il centro dai mezzi pesanti.