Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

L'8 marzo al Museo di Sperlonga, focus su Lucrezia Borgia

 
 

Fondi 07 marzo 2012

 

CONFERENZA “LUCREZIA BORGIA FEMME FATALE O VITTIMA SACRIFICALE DEL POTERE MASCHILE?”

L’8 marzo, in occasione della festa della donna, nel Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga si parlerà di una delle più belle e inquietanti donne del Rinascimento, Lucrezia Borgia.

Il dott. Lorenzo Caricchio, storico, vicepresidente dell’Associazione A.M.A.N.S (Associazione Amici Museo Archeologico Nazionale di Sperlonga), terrà una conferenza dal titolo “Lucrezia Borgia, femme fatale o vittima sacrificale del potere maschile?”

Figlia di papa Alessandro VI e sorella di Cesare Borgia detto il Valentino, famoso per aver ispirato a Machiavelli la figura del Principe, Lucrezia Borgia ebbe una vita avventurosa (tre mariti, diversi amanti, otto figli legittimi ed uno illegittimo) e, insieme a Isabella d’Este, è una delle figure più rappresentative di un’epoca.

La scelta di Lucrezia Borgia si inserisce nel progetto del Museo di presentare nel giorno della festa della donna personaggi femminili illustri che hanno avuto a che fare con il territorio del Lazio Meridionale. Lucrezia Borgia, infatti, per volere di papa Alessandro VI, suo padre, è stata per qualche anno governatrice di Sermoneta.

La conferenza avrà inizio alle ore 17,00. Si ricorda che, come ogni anno, per tutta la giornata dell’8 marzo le donne avranno diritto all’ingresso gratuito in tutti i musei e siti archeologici nazionali.