Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Domani, sabato 11 febbraio, presentazione del progetto di screening neonatale “ipoacusie”

 
 

Fondi 10 febbraio 2012

 

Presentazione del progetto di screening neonatale “ipoacusie”
Senza una diagnosi precoce tale patologia rischia di essere invalidante
Sabato 11 Febbraio 2012, sala conferenze ospedale di Fondi, ore 9,30


La Regione Lazio ha lanciato il “Progetto Pilota DIONISO” con l'obiettivo di avviare uno screening universale in grado di individuare tali patologie entro pochi giorni dalla nascita del neonato ed intervenire precocemente per l'eventuale eliminazione della patologia invalidante. Il progetto di screening che fino ad ora vede la sua realizzazione solo in alcune strutture neonatalogiche romane, vedrà l'inserimento della struttura neonatologica dell'Ospedale di Fondi, che si raccorderà con le struttura di Otorinolaringoiatria Universitaria di Terracina diretta dal prof. Andrea Gallo.

Sabato 11 Febbraio 2012, alle ore 9,30, nella sala conferenze dell'ospedale di Fondi, sarà presentato il progetto di screening neonatale “ipoacusie”.

Tra le malattie ad elevato impatto sociale e sanitario, la sordità ha un posto di notevole importanza (1-1,5 casi per mille nati). Senza una diagnosi precoce tale patologia rischia di essere invalidante con una vera e propria disabilità nell'ambito della comunicazione con gravi riflessi nell'inserimento sociale. Per questo l'idea è quella di promuovere tale sceening anche presso le altre strutture neonatologiche e otorinolaringoiatre degli altri ospedali provinciali.

Tutto sarà raccordato con le strutture di terzo livello che effettueranno la diagnosi definitiva e la programmazione della terapia.

Il progetto sarà presentato dal dott. Loreto Bevilacqua, direttore dell'Unità Operativa Complessa Assistenza Neonatale e Pediatrica Ospedale Fondi, dal prof. Carlo Diaferia, responsabile regionale del progetto, direttore Unità Operativa Complessa Otorinolaringoiatra Ospedale Marino, dal prof. Roberto Filipo, coordinatore scientifico del progetto, direttore Dipartimento Organi di Senso Università La Sapienza di Roma, dal prof. Gianfranco Cianfone, direttore Unità Operativa Complessa di Audiologia Università La Sapienza di Roma. Parteciperanno all'iniziativa il sindaco di Fondi dott. Salvatore di Meo, il direttore Generale dell'ASL Latina dott. Renato Sponzilli, il direttore Sanitario P.O.C. dott. Sergio Parrocchia, ai quali il dott. Bevilacqua ha indirizzato il suo ringraziamento per la disponibilità e la sensibilità dimostrata nel voler dare il loro contributo e sostegno all'iniziativa.

Già da qualche anno, l'Unità Operativa Complessa di Assistenza neonatale e Pediatrica dell'Ospedale di Fondi, Presidio Ospedaliero Centro dell'ASL Latina, in collaborazione con la Sezione Regionale della Società Italiana di Pediatria (SIP Lazio) organizza un percorso di formazione e di integrazione dell'assistenza pediatrica tra Ospedale e Territorio.

Gli obiettivi sono orientati all'ottimizzazione dell'assistenza della popolazione neonatale e pediatrica, stabilendo una fitta rete di rapporti tra la pediatria del Territorio, la pediatria Ospedaliera e le strutture di terzo livello, soprattutto ospedale “Bambino Gesù di Roma”, policlinico Università “La Sapienza” di Roma.

L'impegno si è concretizzato nella organizzazione di:

  • Congresso Pediatrico lo scorso 12 febbraio 2011, tenutosi presso il Castello Caetani di Fondi, che ha visto la partecipazioen di illustri esponenti del mondo scientifico nazionale ed internazionale;
  • Un ciclo di incontri iniziati il 24 settembre 2011 e terminati il 21 gennaio 2012 presso la sala conferenze dell'Ospedale Fondi che hanno trattato temi di alto valore culturale: il bambino immigrato, le vaccinazioni, il diabete giovanile, gli screening neonatali allargati, l'allergologia e l'asma, l'ortopedia e la reumatologia;
  • Un nuovo congresso Pediatrico-Neonatologico, che si terrà a Fondi il 10 marzo 2012 sempre presso il Castello Caetani di Fondi, che ancora una volta vedrà la partecipazione di eminenti esperti provenienti dai maggiori centri di riferimento (Ospedale Bambino Gesù, Policlinico Umberto I – Università La Sapienza Roma, Policlinico A. Gemelli, Università S. Cuore).