Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Nuovi modelli di turismo sostenibile per lo sviluppo del territorio del Parco

 
 

Fondi 15 dicembre 2011


Nuovi modelli di turismo sostenibile
per lo sviluppo del territorio del Parco

 

Sabato 17 dicembre 2011 a Fondi, nella splendida cornice del Palazzo baronale Caetani – Colonna, alle ore 9.00 si svolgerà un workshop, organizzato dall’Ente Regionale Parco Naturale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, sul tema “l’Ospitalità diffusa nel Parco degli Ausoni: nuovi modelli di ricettività per un turismo sostenibile”.

L’iniziativa si propone di analizzare nuovi modelli di ricettività e di sviluppo turistico del territorio del Parco che fanno riferimento al modello originale dell’Ospitalità diffusa.
Ideata per la prima volta in Carnia nel 1982, l’Ospitalità Diffusa è stata concepita per condividere l’esperienza di vita di un centro storico di una città o di un paese, potendo contare sulla disponibilità di immobili destinati a funzionare come servizi alberghieri (accoglienza, assistenza, ristorazione, spazi e servizi comuni per gli ospiti), e del contesto rurale circostante. Un modello, quindi, che risponde perfettamente alle esigenze del turista di III generazione, turista che non è solo interessato a visitare nuovi luoghi, ma piuttosto a viverli.

Da sottolineare che “l’Ospitalità diffusa” non crea impatto ambientale, in quanto si limita a recuperare, ristrutturare e mettere in rete il patrimonio edilizio già esistente. A differenza di altre forme ricettive, questa identifica una filosofia dell’ospitalità e dello sviluppo turistico del territorio sostenibile e attento alla cultura dei luoghi.

Per questo motivo il Commissario Straordinario del Parco, Federico Carnevale, ha deciso di invitare come relatore al workshop il massimo esperto del settore, il Prof. Giancarlo Dall’Ara, docente di Marketing Turistico presso l’Università di Perugia, che illustrerà la sua esperienza e quella dell’Associazione Nazionale dell’Albergo diffuso, dallo stesso presieduta, illustrando nel dettaglio tutte le procedure necessarie per l’attivazione di questo nuovo modello turistico nel territorio del Parco.

“Il Parco intende far leva sul carattere identitario del nostro territorio, contraddistinto da un elevato patrimonio artistico, culturale e naturale, per sviluppare e incentivare un turismo sostenibile” ha dichiarato il Commissario Carnevale, che ritiene un punto di forza la formazione del sistema dell’ospitalità locale e la consapevolezza della popolazione residente della propria capacità di accoglienza.

L’iniziativa è rivolta prioritariamente agli operatori pubblici e privati dei dieci comuni del Parco ed è finalizzata, attraverso l’analisi di alcuni casi di studio, a rilanciare l’imprenditorialità turistica e delle filiere produttive ad essa collegate, dall’artigianato ai prodotti eno-gastronomici, alla ristorazione.

Interverranno inoltre il Presidente del Consiglio Regionale della Regione Lazio Mario Abbruzzese, l’Assessore Regionale alle Politiche sociali e Famiglia Aldo Forte, l’Assessore provinciale allo Sviluppo economico e Osservatorio Statistico Silvio D’Arco, il Presidente della Camera di Commercio di Latina Vincenzo Zottola, il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani, il Presidente della Provincia di Frosinone Antonello Iannarilli, il Senatore Claudio Fazzone, l’Assessore all’Ambiente e Sviluppo sostenibile Marco Mattei, l’Assessore al Turismo e Marketing del “Made in Lazio” Stefano Zappalà, il Presidente della Comunità del Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi Nicola Procaccini, il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, il Direttore del Coordinamento CREIA Mauro Antonelli, il Direttore regionale Ambiente Giuseppe Tanzi, l’Esperto in normative regionali per lo sviluppo del turismo Domenico Di Resta, il Sindaco di Morigerati Cono D’Elia.

Il Direttore
Giorgio Biddittu