Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Cani gregge contro danni agricoltura e zootecnia nel Parco Aurunci

 
 

Fondi 13 luglio 2011

 

L’impiego del cane da gregge abruzzese nel Parco per arginare il fenomeno dei danni alle attività agricole e zootecniche causate dalla fauna selvatica

Il progetto, già messo in campo dall’Ente, sarà presentato in un Convegno ad Esperia, presso la Cappella Lauretana il prossimo 21 luglio alle ore 20.30. Nei mesi scorsi sono stati consegnati ad alcune aziende locali 20 cuccioli di pastore abruzzese. L’obiettivo è quello di prevenire i danni e soprattutto razionalizzare le richieste di indennizzi che annualmente giungono in sede

“La prima consegna gratuita dei cani è avvenuta nel febbraio scorso - ha spiegato il Commissario Iris Volante - e l’obiettivo è quello di arginare i danni agli agricoltori ed ai pastori che subiscono scorrerie ai loro poderi da parte della fauna selvatica. Altro motivo non trascurabile è che l’Ente nell’ottica della razionalizzazione delle risorse intende progressivamente revisionare il sistema degli indennizzi per fronteggiare l’aumento delle richieste di indennizzi. Una attività di prevenzione questa che fa seguito ad altre che il Parco ha già avviato con successo nei suoi comuni con il sostegno della Regione Lazio. L’iniziativa ha suscitato grande interesse e l’auspicio è che in futuro si possano avviare altre iniziative di prevenzione con le Amministrazioni Provinciali anche fuori dai confini dell'Area Protetta”.

E’ in tale ottica, quindi, che si colloca il progetto pluriennale denominato “Prevenzione danni causati dalla fauna selvatica ed inselvatichita alle produzioni agricole e zootecniche”.

Collabora all’intervento l’Associazione “Cane da Gregge Abruzzese” che ha introdotto nell’area i cani da guardiania opportunamente selezionati per salvaguardare le specie ovi-caprine ed i grandi carnivori.
I cani consegnati sono circa 20 e tutti risultano essere iscritti all’anagrafe canina.
I primi due cuccioli, provenienti da Castel del Monte (Aq), Morrone e Maiella sono stati consegnati all’Azienda di La Valle Maria Grazia di Esperia.
Successivamente sono stati dati in custodia ad altri allevatori del comprensorio.
L’Ente intende promuovere la conoscenza del progetto anche ad altre aziende ed allevatori, affinché si diffonda l'uso di cani da gregge selezionati per limitare i danni derivanti dalla fauna selvatica.
A tal proposito il prossimo 21 luglio, presso la Cappella Lauretana ad Esperia, alle ore 20.30 ha organizzato un Convegno dal titolo “ L’impiego del cane da gregge abruzzese negli allevamenti del Parco dei Monti Aurunci” per spiegare agli addetti ai lavori “le tecniche di gestione e allevamento dei cani da guardia al gregge. Interverranno, oltre ovviamente, al Commissario Iris Volante ed al direttore Giuseppe Marzano, il sindaco Moretti, il presidente dell’associazione “Cane da Gregge Abruzzese” Freddy Barbarossa, Andrea Mazzatenta che illustrerà il risultato degli studi del Dna dei mastini abruzzesi e Giovanna Giannitelli che si occupa del progetto di Microcippatura dei cani padronali nel territorio Aurunco.