Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Inaugurato il diamante di piazza de Gasperi a Fondi e il 25 giugno concerto di Virginio

 
 

Fondi 08 giugno 2011


Apertura di piazza Alcide De Gasperi: una festa popolare
Oltre 5.000 persone hanno partecipato alla cerimonia inaugurale

Per il prossimo 25 Giugno, l'Amministrazione comunale ha organizzato un grande evento musicale: il concerto del fondano Virginio Simonelli


Foto di Lorenzo Marzoli

Si è svolta Domenica 5 Giugno u.s. con inizio alle ore 20.30, con una grandissima partecipazione popolare, la tanto attesa inaugurazione di piazza Alcide de Gasperi.

Oltre 5.000 persone hanno inondato festosamente il nuovo spazio pubblico della città, attendendo disciplinatamente l'inizio della cerimonia e sottolineando con numerosi applausi, nel corso della manifestazione, il loro consenso per un progetto di riqualificazione che ieri ha visto il varo ufficiale, divenendo patrimonio dell'intera comunità fondana.

Dopo anni di lavori i cittadini di Fondi e gli abitanti delle città limitrofe - anch'essi accorsi in gran numero per l'evento -, hanno potuto "prendere possesso" di uno spazio polifunzionale che, in comunicazione con piazza Municipio e l'area pedonale che da piazza IV Novembre si inoltra fino a Porta Roma, rappresenta un unicum a livello regionale per la vastità della superficie pedonalizzata.

A seguito di una apprezzatissima esibizione del gruppo folklorico "Città di Fondi", la manifestazione ha avuto inizio con il taglio del nastro dinanzi al monumento ai Caduti realizzato dal M° Domenico Purificato, inaugurato il 4 Novembre 1970, ora ricollocato nell'area a seguito di un restauro conservativo. Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo ha deposto una corona d'alloro in segno di omaggio ai Caduti di Fondi nelle due guerre mondiali, osservando un minuto di raccoglimento davanti al monumento celebrativo. Il rispettoso silenzio della gremitissima piazza ha sottolineato ancor più il valore simbolico della commemorazione, che da gesto individuale ha assunto un'accezione collettiva.

In seguito il Sindaco De Meo, con a fianco l'arcivescovo di Gaeta S.E. Mons. Fabio Bernardo D'Onorio, il Senatore Claudio Fazzone ed il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani, ha tagliato il nastro tricolore posto alle estremità delle gradinate della nuova piazza, consentendo alle migliaia di persone di prendere posto sulle tribune e nello spazio antistante.

Numerosi i rappresentanti dell'Amministrazione comunale, delle Forze dell'Ordine e delle Istituzioni provinciali che hanno presieduto alla cerimonia.

Da un palco posizionato al centro dell'emiciclo il Sindaco De Meo ha rivolto il suo cordiale benvenuto a tutti i presenti, non esitando a definire "storica" la cerimonia di inaugurazione poiché «interventi urbanistici così complessi ed articolati segnano la vita di una comunità per decenni. Le piazze - ha sottolineato De Meo - sono elementi che caratterizzano le città fin dal loro nascere. In esse si sono affacciate da sempre la vita economica, sociale, politica e religiosa dei loro abitanti. La piazza è un luogo di incontro di tutte le generazioni, dai bambini agli adulti agli anziani. Ma è anche un luogo simbolo, la metafora della città e dei suoi abitanti, dal momento che esprime architettonicamente l'esigenza degli uomini di vivere in gruppo». In esse i cittadini «non sono semplici attori o spettatori, ma coprotagonisti che interagiscono e si scambiano cultura ed esperienze di vita. Lo spazio pubblico per eccellenza è soprattutto luogo del rituale e della festa, del piacere di stare insieme».

Successivamente il Sindaco, rivolgendosi alla rappresentanza dei lavoratori del campeggio Sant'Anastasia che manifestavano pacificamente nella piazza per il loro diritto al lavoro, ha rivolto loro un saluto sincero: «La città intera è con voi - ha affermato -, comprende le vostre ragioni e vi sostiene idealmente, in un sentimento solidale che solo le piazze vive, pulsanti, delle città sanno esprimere. E il vostro augurio è il nostro augurio, affinché piazza De Gasperi possa generare l'eco della vostra drammatica vicenda, con l'auspicio che questa eco possa far giungere ad una soluzione positiva che dovrà restituire il sorriso a voi e alle vostre famiglie, in modo che possiate al più presto vivere questa piazza non più come legittimo luogo della protesta ma come spazio in cui poter trascorrere momenti di tranquillità, con spensieratezza e con gioia».

Sottolineando il legame ideale della cerimonia di ieri con le importanti ricorrenze che la nostra nazione e la città di Fondi stanno celebrando nell'anno 2011 - il 150° anniversario dell'Unità d'Italia ed il 65° della nascita della nostra Repubblica - De Meo ha evidenziato come nel solco di questi due anniversari fondativi per la nostra Italia, la rinascita di Piazza De Gasperi amplifica ancor più la sua importanza nel segno dell'uomo a cui è da sempre intitolata: Alcide De Gasperi, mettendo in risalto le doti di un politico tra i più rappresentativi della storia repubblicana, «uomo umile e integerrimo, rigoroso, profondamente cattolico, fautore del progresso della nostra nazione, che contribuì a risollevare dopo una gravissima crisi economica e morale». Un uomo delle istituzioni le cui qualità, ha ancora sottolineato, «hanno rappresentato un modello per intere generazioni di politici».

Un passaggio del discorso è stato dedicato anche al mosaico del Maestro Purificato, «finalmente privato dei segni del tempo, metafora della sofferenza, emblema della capacità creatrice e del talento artistico che sa esprimere la fondanità».

Nei ringraziamenti finali il Sindaco si è rivolto ai cittadini ed in particolare ai residenti della zona e ai titolari delle attività commerciali limitrofe alla piazza, scusandosi per il disagio che essi hanno dovuto patire in questi anni, con l'augurio che l'intervento di riqualificazione saprà ripagare tali difficoltà offrendo una cornice spaziale più adeguata ed una maggiore visibilità ai loro esercizi commerciali; agli amministratori attuali e delle precedenti giunte in cui l'opera è stata concepita e avviata ai lavori, per l'impegno profuso nell'espletamento delle procedure e per aver saputo condividere un progetto di complessiva riqualificazione del centro in una più ampia ottica di sviluppo della città, «per la quale saranno i cittadini, e solamente loro, a decretarne l'efficacia e la funzionalità». De Meo ha poi espresso gratitudine ai progettisti, al direttore dei lavori, all'impresa appaltatrice, alle maestranze, a tutti i professionisti che hanno collaborato e agli uffici comunali competenti per il lavoro lungo e complesso che hanno saputo svolgere; a tutte le Forze dell'Ordine, «che sono sempre vicine a noi cittadini, che hanno garantito la sicurezza del cantiere e che questa sera ci danno una grossa mano per far sì che questa festa collettiva proceda senza alcun intoppo. Grazie per quello che fate nonostante le numerose difficoltà che avete»; e infine alla Protezione civile, ai Falchi del Pronto intervento ed alla Croce Rossa di Fondi «per l'immancabile impegno che profondono in tutte le manifestazioni pubbliche. Colgo l'occasione per evidenziare l'importante opera che silenziosamente sanno dare alla nostra comunità con centinaia di volontari, che rappresentano un motivo di orgoglio per noi tutti».

In conclusione il Sindaco di Fondi ha fatto appello ai concittadini, «perché vivano con pienezza ma con rispetto questo luogo pubblico. Il decoro urbano è patrimonio collettivo e vive della collaborazione tra tutti. Dobbiamo avere l'ambizione di mantenere e rafforzare quel senso di comunità e di appartenenza che nel corso dei secoli ha permesso alla nostra comunità di progredire e di crescere. Sono certo che ancora una volta Fondi saprà, contemporaneamente, mostrare e dimostrare bellezza ed accoglienza».

Al discorso del Sindaco si sono associati il Vescovo D'Onorio, il Senatore Fazzone ed il Presidente provinciale Cusani, anch'essi elogiando la complessa ed ambiziosa opera realizzata a beneficio della comunità fondana, non mancando di indirizzare la loro solidarietà ai manifestanti assicurando pieno sostegno per quanto di propria competenza per giungere ad una positiva soluzione della loro dolorosa vicenda.

In chiusura il Sindaco di Fondi ha annunciato alle migliaia di persone che affollavano piazza De Gasperi che per il prossimo 25 Giugno l'Amministrazione comunale ha organizzato un grande evento musicale: il concerto del fondano Virginio Simonelli, giovane cantante che alcuni mesi fa ha trionfato nel programma televisivo "Amici". Virginio si esibirà gratuitamente a beneficio di tutta la cittadinanza, che non ha mai mancato di fargli sentire il suo caloroso sostegno nel corso della lunga prova canora che lo ha visto vincitore.

I brani eseguiti dal Corpo bandistico "Città di Fondi", hanno suggellato la chiusura della manifestazione, tra gli applausi del folto pubblico.