Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Zappalà: Albergo diffuso, il turismo riparte

 
 

Fondi 28 aprile 2011

Recuperare i piccoli centri urbani e i centri storici adibendoli ad «albergo diffuso» ora è possibile, grazie all'iniziativa della Regione Lazio illustrata nel corso del convegno tenuto al teatro della Fonte Anticolana di Fiuggi.

All'appuntamento sono intervenuti: il presidente Renata Polverini, il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, l'assessore all'urbanistica e ai centri storici minori del Lazio Luciano Ciocchetti e l'assessore regionale al turismo Stefano Zappalà, che tra l'altro è il promotore dell'iniziativa.

Il progetto era stato infatti illustrato proprio dall'assessore Zappalà nel corso della seconda «Giornata sul turismo» svoltasi il 14 marzo scorso sempre a Fiuggi, al Grand hotel Palazzo della fonte.

Tra i relatori anche il docente di marketing turistico Giancarlo Dall'Ara. Intervenuti anche il presidente della commissione turismo regionale Giancarlo Miele, i direttori regionali al turismo Marco Noccioli, e di quello all'urbanistica Demetrio Carini. Le conclusioni sono state fornite all'assessore Zappala.

Il termine «albergo diffuso» ha origine in Carnia, nel 1982 all'interno di un gruppo di lavoro che aveva l'obiettivo di recuperare turisticamente case e borghi ristrutturati a seguito del terremoto degli anni settanta. Tale modello di ospitalità è stato successivamente messo a punto dal professor Giancarlo Dall'Ara. In estrema sintesi si tratta di una proposta concepita per offrire agli ospiti l'esperienza di vita di un centro storico di una città o di un paese, potendo però contare su tutti i servizi alberghieri. Ma l'albergo diffuso è anche un modello di sviluppo del territorio che non crea alcun impatto ambientale. Per dare vita a un albergo diffuso, infatti, non è necessario costruire alcuno stabile visto che è sufficiente limitarsi a recuperare o al limite ristrutturare ciò che già esiste. Inoltre un albergo diffuso, per l'esperienza finora raccolta, ha la capacità di animare i centri storici e i piccoli borghi, stimolando iniziative e coinvolgendo gli esercenti locali considerati come componente chiave dell'offerta. Un albergo diffuso, più che un soggiorno è un vero e proprio stile di vita.