Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Seconda seduta per il Consiglio comunale di Fondi. Varate le Commissioni

 
 

Fondi 01 giugno 2010

 

Seconda seduta per il Consiglio comunale di Fondi. Varate le Commissioni

Il Consiglio comunale del 28 maggio u.s. si è aperto con la commemorazione dei due militari italiani uccisi in un agguato in Afghanistan nei giorni scorsi. Il Presidente del Consiglio Marino ha ricordato le figure del sergente maggiore Massimiliano Ramadù e del caporal maggiore scelto Luigi Pascazio e ad essi l'intera assise ha dedicato un minuto di raccoglimento.

Dopo l'approvazione dei verbali della seduta precedente e, come previsto dallo Statuto e dal regolamento, le comunicazioni del Sindaco Salvatore De Meo riguardanti l'assegnazione delle deleghe agli assessori - attribuite il giorno successivo allo svolgimento del primo Consiglio comunale - il Consiglio ha preso in esame la proposta della maggioranza di prevedere 15 componenti per ciascuna Commissione consiliare permanente. In seguito ha valutato anche il parere della minoranza, presentata dal consigliere Maria Civita Paparello, che prevedeva l'accorpamento a 6 anziché ad 8 delle Commissioni, per ridurre il numero delle stesse. La maggioranza ha portato in Consiglio la proposta di costituzione di 8 Commissioni - una per ogni assessorato -, più quella per la revisione di Statuto e regolamento ed una inerente la Trasparenza. Il tutto è stato il frutto di un percorso condiviso, originato da una proposta che vedeva preferire la funzionalità di Commissioni composte da 9 componenti, di cui 6 spettanti alla maggioranza e 3 alla minoranza, con un impegno a derogare le previsioni statutarie e regolamentari. Detta proposta non è stata accettata dalla minoranza, che ha voluto attenersi al regolamento nel quale si fa esplicito riferimento ai criteri della rappresentatività e della proporzionalità. Il Sindaco è intervenuto affermando di condividere il percorso della Conferenza dei capigruppo e per ribadire che sarebbe stata ottimale la composizione a 9, evidenziandone l'aspetto funzionale, confermando che così facendo non ci sarebbe stata l'esclusione di alcuno, poiché tutti i gruppi consiliari avrebbero avuto modo di partecipare alle riunioni delle Commissioni. Il Consiglio ha infine approvato la proposta della maggioranza di istituire 8 Commissioni. L'istituzione di una Commissione Statuto e regolamento è stata proposta poiché essa consentirebbe una opportuna revisione dello Statuto, soprattutto per armonizzarlo alle norme vigenti.

E' stato votato all'unanimità il quarto punto all'ordine del giorno, relativo alla definizione degli indirizzi ai quali il Sindaco dovrà attenersi in caso di nomine e designazioni di sua competenza di rappresentanti del Comune presso enti, aziende e istituzioni, ai sensi del Testo Unico sugli enti locali. Così come c'è stata piena condivisione da parte dei componenti dell'assise sul quinto punto all'ordine del giorno, riguardante le problematiche relative al Tribunale di Latina - Sezione distaccata di Terracina e all'Ufficio del Giudice di Pace di Fondi. L'intero Consiglio ha palesato la necessità di una forte presa di posizione in tal senso, poiché il Tribunale di Terracina e l'Ufficio del Giudice di Pace di Fondi rappresentano presidi dello Stato sul territorio, ed ha delegato il Sindaco e la Giunta di rendere partecipi le Istituzioni - Ministro di Grazia e Giustizia, Presidente della Commissione Giustizia, Consiglio Superiore della Magistratura e per conoscenza il Presidente del Tribunale di Latina - su tali temi, anche per il tramite dei rappresentanti parlamentari e regionali del nostro territorio affinché se ne facciano carico nelle rispettive sedi. Ad essi sarà inviata una lettera, con in allegato la delibera dell'ordine del giorno del Consiglio comunale votato all'unanimità. Nel corso del dibattito si è auspicato che possano venir potenziati gli organici e, relativamente a Fondi, che si provveda altresì ad una informatizzazione degli uffici, che andrebbero a snellire le pratiche prodotte dal personale.