Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Parco Aurunci: proseguono le attività per lo sviluppo turistico locale

 
 

Fondi 16 febbraio 2010


PIT TERRENOSTRE: PROSEGUONO LE ATTIVITA’ DI SUPPORTO E COORDINAMENTO DEL PARCO, IN QUALITA’ DI ENTE CAPOFILA, PER PRESENTARE ALLA REGIONE LAZIO IL PROGETTO DEFINITIVO FINALIZZATO ALLO SVILUPPO TURISTICO LOCALE.

Proseguono gli incontri presso la sede dell’Ente per definire la Pit TerreNostre, la Progettazione integrata territoriale per lo viluppo locale, ai fini dell’accesso al finanziamento regionale.
Nei giorni scorsi il presidente Giovanni Ialongo ha incontrato gli operatori del territorio aderenti al progetto per fare il punto della situazione.
I dati e le informazioni emerse saranno utili per dare risposte ad alcune osservazioni che la Regione Lazio ha chiesto valutando il quadro istruttorio preliminare della Pit.

“Il progetto di massima che abbiamo presentato nei mesi scorsi in qualità di Ente capofila è stato ritenuto idoneo dalla Regione - spiega Ialongo - ora è necessario continuare l’attività di sostegno e coordinamento per produrre ulteriore documentazione, ai fini della consegna definitiva del progetto destinato ad implementare l’economia turistica sostenibile degli Aurunci. L’incontro che ho predisposto con gli operatori pubblici e locali interessati all’iniziativa - spiega il presidente del Parco - è finalizzato ad ottimizzare la progettualità ed a rendere il nostro territorio più rappresentativo e competitivo seguendo, appunto un percorso progettuale integrato e condiviso. Ciò è indispensabile per garantire il riconoscimento di ammissibilità al finanziamento.
La Pit così come è stata strutturata dalla Regione Lazio - conclude Ialongo - costituisce una opportunità di sviluppo sociale ed economico irripetibile e proprio per questo, nei prossimi giorni il Parco, quale ente capofila, è disponibile anche a verificare se ci sono le condizioni per far convergere in una unica Pit gli altri progetti elaborati da Enti ed operatori commerciali contigui all’area protetta, al fine di evitare dispersione inutile di finanziamenti. In quanto il fine ultimo della Pit è proprio quello di uniformare e mettere in rete tutte quelle attività che possono essere di sostegno al turismo sostenibile del territorio”.
Fanno parte del mega progetto territoriale, proprio per contiguità, anche il Parco Riviera di Ulisse e l'Ente Monumenti Naturali del Parco Naturale dei Monti Ausoni e Lago di Fondi, diversi imprenditori agricoli, proprietari di attività ricettive, commerciali e comuni.

La Progettazione Integrata Territoriale (PIT) denominata “TerreNostre“, lo ricordiamo, è prevista dalla Regione Lazio nell’ambito del PSR (Bando pubblicato sul BURL n. 19 del 21 maggio 2009 Supplemento Ordinario n. 83) e per i Parchi significa difendere l’ambiente nelle aree rurali e promuovere nuovi modelli di sviluppo per rendere più appetibili i prodotti ed i servizi nelle aree rurali attraverso il potenziamento del settore extragricolo, il sostegno alla multifunzionalità delle aziende, produzione di beni e servizi e miglioramento delle infrastrutture.

Ufficio stampa Parco Aurunci