Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Inaugurata filiale Bccc a Fondi per contribuire alla crescita del territorio

 
 

Fondi 01 agosto 2009



Presenti il Sindaco, il direttore della Federlus, i parroci e tantissima gente.
Già da lunedì 3 agosto aperti al pubblico

“Oggi, con l’inaugurazione della filiale di Fondi, coroniamo un sogno e diventa realtà l’impegno che si siamo posti nei riguardi dei tanti soci, assunto quindici anni fa”. Così si è espresso il presidente della Banca di Credito Cooperativo del Circeo, Franco Cardinali, durante la cerimonia di inaugurazione della terza filiale dell’Istituto di Credito, avvenuta giovedì 30 luglio.
La filiale di Fondi è situata nella zona nord della città, definita strategica perché si trova lungo la storica via Appia che in quel punto prende il nome di via Roma. Una zona che conobbe nel dopoguerra e fino agli anni ’70 un fiorire di ‘magazzini’ e di commercio ortofrutticolo prima della nascita dell’attuale struttura Mof. Da quegli anni, la zona ebbe un declino, ma da qualche anno si sta riappropriando del primato perso. Nel quartiere ‘porta Roma’ gravitano oggi l’ospedale, la struttura attrezzata del mercato settimanale, numerosi supermercati ed è lo snodo in cui confluisce il traffico per Monte San Biagio, Terracina, Lenola e Sperlonga. L’apertura di una filiale della Bccc contribuirà alla rivalutazione della zona in atto e, cosa non marginale, anche al suo aspetto estetico.
Alla cerimonia inaugurale sono intervenuti oltre ai numerosi soci, clienti, operatori e intere famiglie anche il sindaco di Fondi Luigi Parisella, i parroci di san Pietro don Luigi Mancini e quello di Santa Maria don Guerino Piccione (che ha impartito la benedizione), il membri del Consiglio d’amministrazione e collegio dei sindaci, il presidente Franco cardinali, il direttore generale Luigi Pacifici e il direttore di Federlus (Lazio, Umbria e Sardegna) Paolo Grignaschi che ha commentato come in un momento di persistente stagnazione del mondo bancario, il Credito Cooperativo continua ad investire, a crescere e a svilupparsi, complimentandosi per il lavoro continuo portato avanti dalla Bccc e per l’apertura di questa nuova filiale.
Il direttore Pacifici ha sottolineato come l'impegno costante e la crescita della banca hanno consentito di raggiungere un obiettivo così ambizioso, come l'apertura di una sede su una piazza importante che consentirà all'azienda di servire un bacino che abbraccia anche i comuni di Monte San Biagio, Sperlonga, Lenola, Campodimele e Itri.
“Rivolgendo un deferente pensiero alla memoria dei nostri soci defunti, - ha detto il presidente Franco Cardinali - rivolgo un vivo ringraziamento a tutti i soci che hanno creduto alle potenzialità della nostra Banca, alla professionalità dei dipendenti e al supporto del Collegio Sindacale. La Bccc è aperta a tutti coloro che vi voglio operare, apriamo a Fondi in punta di piedi, rispettando il lavoro di chi c’era prima di noi e ci inseriamo per offrire un contributo alla crescita economica di questo territorio.
“La nostra banca è differente – ha sottolineato Pacifici - perché Le Banche di Credito Cooperativo (BCC) sono società cooperative senza finalità di lucro, il cui punto di forza è rappresentato dal rapporto di conoscenza diretta con i propri soci e clienti. In esse si vive la rara esperienza della democrazia economica in una logica di imprenditorialità. Il loro obiettivo è quello di favorire la partecipazione di ogni uomo alla vita economica e sociale, metterlo nelle condizioni di essere, almeno in parte, autore del proprio sviluppo come persona”.

 

 

 

 

 

 

 

Il sindaco di Fondi, Luigi Parisella, dando il benvenuto alla nuova filiale, ha espresso l’augurio che questa nuova presenza aiuti anche all’azione antiusura e di aiuto per le aziende di buona volontà e per il credito alle famiglie”.
Infine, il parroco don Guerino Piccione, ha benedetto i presenti, i nuovi locali della banca e coloro che vi operano, ricordando l'ispirazione ai principi dell'etica cristiana di giustizia e onestà di chi fa parte del Credito Cooperativo che nasce proprio per sottrarre all'usura la popolazione più povera e consentendo anche a questa l'accesso al credito.
La cerimonia si è conclusa con una gustosa conviviale basata sui prodotti enogastronomici della Piana di Fondi.