Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

"Un fiume di memoria". La premiazione del primo concorso

 
 

Fondi 24 giugno 2009

 

Premiazione 1° CONCORSO
“ARCHIVIO DELLA MEMORIA DEL ‘900”
CITTA’ DI FONDI (Lt)


Venerdi 29 maggio, nella sala dell’Auditorium “San Domenico” in Fondi, si è svolta la cerimonia di premiazione del Concorso indetto dall’“ARCHIVIO STORICO DELLA MEMORIA DEL ‘900 DELLA CITTA’ DI FONDI” di cui è responsabile la professoressa Giulia Rita Eugenia Forte.
Il concorso, rivolto alle scuole medie di primo e secondo grado del territorio, ha registrato una straordinaria partecipazione; numerosi giovani hanno inviato alle due sezioni del concorso racconti, documenti, foto e video, ricchi di memoria, tradizione e storia, lavori esposti in mostra, nei giorni successivi alla premiazione, nel Chiostro di San Tommaso.
La Commissione, composta da trenta docenti, nei mesi precedenti l’evento, ha svolto il lavoro di selezione nei locali di Villa Cantarano, messi a disposizione dal CREIA Fondi, Ente patrocinante insieme alla Banca Popolare Fondi, alla Pro Loco, al Parco dei Monti Aurunci e al Monumento Naturale Lago di Fondi.
Ricco il programma della serata. Il direttore Gaetano Orticelli ha coordinato i lavori.
Dopo l’introduzione della responsabile dell’Archivio, prof.ssa Forte, sono intervenuti il vice sindaco del Comune di Fondi, Giulio Cesare Di Manno, l’assessore al Turismo, Marco Carnevale, il dottor Giorgio Biddittu, direttore del C.R.E.I.A. Fondi, la prof.ssa Maria Petringa, consigliere del Parco dei Monti Aurunci, Onorato Mazzarino, commissario del Monumento Naturale lago di Fondi e il dottor Luigi De Luca in rappresentanza della Banca Popolare di Fondi.
Presente al tavolo dei relatori la prof.ssa Anna Maria Masci, dirigente dell’ITC “De Libero”, quale responsabile della Commissione per la storia del ‘900 dell’ex Provveditorato agli studi di Latina.
Protagonisti della serata sono stati i giovani e i giovanissimi delle scuole medie e superiori della città di Fondi e del comprensorio.
Numerose le scuole partecipanti:
1.Istituto Comprensivo “AMANTE” Fondi (Lt)
2.Istituto Comprensivo di ESPERIA (Fr)
3.Scuola Media “GARIBALDI-DON MILANI”Fondi (Lt)
4.Istituto Comprensivo “BUONARROTI” Sperlonga (Lt)
5.Scuola Media “DON BOSCO” Itri (Lt)
6.Scuola Media “LEONARDO DA VINCI” Lenola (Lt)
7.ITIS “PACINOTTI” Fondi (Lt)
8.ITC “DE LIBERO” Fondi (Lt)
9.Istituti Scuole Superiori “ISAS” FONDI
10.Liceo Classico “PIERO GOBETTI” Fondi (Lt)
11.Liceo Scienze Sociali “SAN FRANCESCO” Fondi (Lt)
Dei centoquarantanove elaborati inviati a concorso, trenta sono stati i lavori premiati con sei premi del C.R.E.I.A. Fondi, dodici premi della Banca Popolare Fondi, premi speciali di tutti gli enti patrocinanti e menzioni speciali.
Il Presidente del Concorso, prof.ssa Forte ha istituito il Premio Speciale ARCHIVIO “DON MARIO FORTE”, in memoria di Colui che, per lunghi anni, ha studiato la storia della nostra città dalle origini all’età contemporanea, con tenacia e amore; il premio è stato assegnato a Raffaele Di Manno del Liceo Classico “Gobetti” per l’intervista “Ricordando con mio nonno”, che ha permesso al giovane di integrare episodi ed immagini efficacemente, a testimonianza di un passato narrato attraverso episodi di vita vissuti e inseriti nel più ampio scenario nazionale e mondiale.
Un tripudio di gioia e memoria ha aleggiato nell’Auditorium durante la premiazione dei vincitori.
Per la Sezione Racconto, il primo premio C.R.E.I.A. è stato assegnato a Ilaria Veglia della Scuola Media “Garibaldi-Don Milani” per il racconto “Mia nonna ed io”, un viaggio a ritroso in un mondo lontano fatto di semplicità e valori.
Per la Sezione Documento il primo premio C.R.E.I.A. è andato a Edoardo Bonamano dell’Istituto Comprensivo “Amante”, per il lavoro “Mio Nonno”, costituito da documenti, foto ed oggetti capaci di trasportare in un periodo tormentato della nostra storia e di trasmettere le emozioni intense di chi le ha vissute.
Il primo premio Banca Popolare Fondi “Scuole Superiori”è stato assegnato ex-equo al video “Per non dimenticare delle alunne del Liceo Classico “Piero Gobetti” di Fondi, lavoro che accompagna lo spettatore in un viaggio nel tempo, sull’onda delle emozioni suscitate dai ricordi di una nonna e al video “386+1” degli alunni del Liceo delle Scienze Sociali “San Francesco” che, attraverso originali sequenze sceniche, suscita forti emozioni, testimoniando le tragiche vicende vissute durante la seconda guerra mondiale a Fondi.
Premiato per la sezione “Scuola Media di primo grado” il video “Nonna Mena” degli alunni Colucci Salvatore e Andrea Domenici della Scuola Media “Garibaldi-Don Milani, video realizzato sulla base di un’intervista fatta alla nonna in modo puntuale e suggestivo.
A fine premiazione è stato proiettato il video “C’era una volta …il pane” di Lorenzo Saya della Scuola Media “Garibaldi-Don Milani”, a cui è andato il secondo “Premio Banca Popolare di Fondi”, per le immagini selezionate con l’amore di chi coglie il valore della quotidianità, immagini che descrivono le fasi necessarie ad una bisnonna “super” per preparare, ancora oggi, “pane e pizze”, attraverso un rito, un rito quasi sacro, perché ha come risultato il “Pane”.
I nonni presenti in sala, sono stati premiati con medaglie, diplomi e il libro dell’ARCHIVIO della prof.ssa Forte: “Anch’io racconto”.
Nei giorni successivi alla premiazione, sono stati distribuiti i libri a tutti i partecipanti.
Il dottor Salvatore Pallisco, tesoriere dei Lions Club Fondi, è intervenuto durante la premiazione per un’importante comunicazione, come portavoce dell’associazione ha proposto la pubblicazione dei lavori partecipanti al concorso.
Le note folcloristiche della fisarmonica di Piero Rosati hanno allietato la serata.
La responsabile dell’ARCHIVIO, prof.ssa Forte esprime grande soddisfazione per il risultato conseguito; in primis coglie l’occasione per porgere il proprio ringraziamento ai componenti della commissione del concorso per la fattiva e preziosa collaborazione, ai dirigenti scolastici che nelle scuole di appartenenza hanno promosso la partecipazione dei loro alunni, a tutti i partecipanti e agli Enti patrocinanti per il determinante contributo all’iniziativa.
Soffermandosi, infine, sul significato dell’evento e sull’importanza dei valori trasmessi, afferma che l’evento ha permesso al racconto degli anziani di arricchire l’ARCHIVIO attraverso la voce dei giovani; il racconto, infatti, trasformandosi in emozione e storia è diventato MEMORIA”.

Responsabile “ARCHIVIO MEMORIA” Prof.ssa Giulia Rita Eugenia Forte