Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Calcio, pareggio e polemiche nella sfida fra Colleferro e Fondi, con due reti annullate ai rossoblù

 
 

Fondi 10 febbraio 2009

 

Calcio, il Fondi pareggia 1-1 in casa del Colleferro, al termine di una gara in cui ha molto di che recriminare per alcune decisioni arbitrali. Un pari che comunque permette al Fondi di riportarsi da solo in testa alla classifica con 40 punti.

Pesano molto nella trasferta di Colleferro, alcune decisioni discutibili adottate dall'arbitro Larovere di Chieti che ha fatto infuriare il Fondi, cui ha annullato due reti, molto discutibili.
Una gara condizionata molto da questi episodi e che si è giocata su un campo molto pesante al limite della praticabilità. Al 15' il Fondi reclamava il rigore quando un tiro di Fabio Stravato dal limite veniva toccato con un braccio da un difensore del Colleferro. L'assistente di destra richiamava l'Arbitro, ma per il direttore di gara si poteva proseguire fra lo stupore dei giocatori del Fondi. I rossoblù però trovavano al 35' il gol del vantaggio con Fabio Festa, al terzo gol stagionale, che di testa insaccava in rete una punizione calciata da Giorgio Minieri. Il primo tempo terminava senza ulteriori sussulti. Nella ripresa al 55' il Fondi perveniva al raddoppio con Guardabascio, ma il gol non veniva convalidato dall'Arbitro per la posizione irregolare dell'attaccante del Fondi; molti dubbi su questa decisione, visto che nella circostanza l'assistente non aveva alzato la bandierina per rilevare l' off side. Al 61' il Colleferro trovava il pareggio con un'azione molto confusa, partita da un calcio di punizione, respinto corto dalla difesa del Fondi con Buonomo che trovava la battuta vincente nella stretta marcatura dei difensori fondani. Anche in questa circostanza il Fondi protestava doppiamente per la punizione accordata e per la mischia giudicata regolare dall'arbitro. La gara viveva di altri due episodi da raccontare. Al 72' un lancio di Minieri per Guardabascio, veniva stoppato con un braccio da un difensore centrale del Colleferro. L'assistente richiamava l'arbitro per l'infrazione commessa, ma per il direttore di gara si poteva proseguire. Il Fondi reclamava oltre che per il fallo di mano, anche per l'eventuale espulsione visto che il difensore del Colleferro aveva fermato Guardabascio che si avviava a presentarsi solo davanti al portiere. All' 85' veniva annullato al Fondi un secondo gol: su angolo battuto da Giorgio Minieri, staccava di testa ancora Fabio Festa che insaccava. Un gol annullato dall'arbitro per fallo di confusione cui però la dirigenza del Fondi non è riuscita a darsi una spiegazione. La gara terminava in parità per 1-1 ma molto ci ha messo il direttore di gara, capace di sbagliare nelle quattro situazioni topiche in cui ha negato al Fondi due gol ed un calcio di rigore, in cui non ha tenuto conto delle segnalazioni degli assistenti.
Un Fondi molto arrabbiato e lo testimoniano le dichiarazioni rese a fine gara sia dall'allenatore Germano Carnevale che dal vice presidente Nicola Ciarlone, perché è vero che è ritornata in testa alla classifica con 40 punti ma con una vittoria avrebbe potuto fare un passo importante verso l'alta classifica, visti gli altri risultati maturati che hanno rimesso in gioco altre formazioni che contenderanno al Fondi il salto in serie D.