Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Programmazione rete scolastica provinciale/Proposta del Comune di Fondi

 
 

Fondi 20 novembre 2008


Programmazione rete scolastica provinciale/Proposta del Comune di Fondi

Con deliberazione della Giunta municipale del 2 ottobre scorso – dichiarano il Sindaco Luigi Parisella e l’assessore alla Pubblica Istruzione prof. Egidio Turchetta – sono state formulate le nuove proposte che il Comune di Fondi indica all’Amministrazione provinciale, quale ente deputato ad approvare in prima istanza la ”Proposta di Piano Provinciale di Organizzazione della Rete Scolastica anno 2009-2010”, sia per le scuole superiori che per le scuole dell’obbligo, la cui approvazione definitiva è di competenza della Regione Lazio-Assessorato all’Istruzione, Diritto allo studio e Formazione.
Considerate immutate le scelte precedenti riguardo alla scuola dell’obbligo, l’amministrazione comunale ha ritenuto di accogliere le indicazioni della prof.ssa Anna Maria Masci, dirigente dell’I.T.C.S. Libero de Libero, per l’istituzione del nuovo indirizzo denominato “Progetto 5” (Geometra) con il quale l’Istituto scolastico intende attivare un corso sperimentale per le Costruzioni, il Territorio e l’Ambiente. Inoltre, di attivare un corso serale per Geometri SIRIO, per la formazione di adulti già inseriti nel mondo del lavoro, ma privi di qualificazione professionale come richiesta dalla normativa di settore.
L’amministrazione comunale ha ritenuto altresì di accogliere la proposta per l’istituzione di un corso di Perito Agrario-Alimentare presso l’Istituto Pacinotti.
La programmazione decisa l’anno scorso circa la scuola dell’obbligo – rilevano il Sindaco Luigi Parisella e l’assessore Egidio Turchetta – è assolutamente necessario che resti immutata. A tal fine risultano preoccupanti le notizie riportate dalla stampa circa un ipotetico accorpamento delle scuole materne ed elementari di Salto Covino e Salto Casabianca, comprendenti oltre 200 alunni, alla scuola d’infanzia-primaria e secondaria di 1° grado di Sperlonga.
Tale decisione comporterebbe riscontri negativi all’assetto scolastico, con implicazioni di vario ordine e natura. In primo luogo, la sottrazione di 211 alunni metterebbe a rischio nel tempo la stessa autonomia scolastica del 3° Circolo Didattico da cui dipendono i plessi di Salto Covino e Salto Casabianca.
Inoltre produrrebbe una discontinuità nella programmazione didattica che si dispiega nell’ambito del quinquennio di studi. Ancora, ne deriverebbero esiti negativi verso gli insegnanti circa i requisiti per l’acquisizione del necessario punteggio, interrompendosi la continuità annuale del servizio presso lo stesso Istituto scolastico.
Anche problematiche relative ai servizi di trasporto e di mensa scolastica si porrebbero in evidenza.
Pertanto, l’amministrazione comunale di Fondi rivolge un pressante appello all’Amministrazione provinciale affinchè nell’ambito delle procedure per la elaborazione della Proposta di Piano tenga conto di queste indicazioni. E’ assolutamente necessario mantenere inalterato l’assetto cardine che prevede la presenza di almeno 200 alunni per usufruire dell’autonomia scolastica, come previsto dalla Legge n. 59/1997 (legge Bassanini), e successive applicazioni apportate dal DPR n. 233/1998.

Fondi, 19 novembre 2008
p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti