Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Tutti gli incarichi affidati dall’Arcivescovo di Gaeta Fabio Bernardo D’Onorio

 
 

Fondi 13 ottobre 2008


INCARICHI DIOCESANI

L’Arcivescovo di Gaeta S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio lunedì 6 ottobre 2008 ha reso noto a tutto il clero diocesano le sue scelte per gli incarichi di maggiore responsabilità, che fanno seguito a quelli conferiti in data 18 aprile e 16 giugno 2008.
Con l'occasione il nostro Pastore ha chiesto di riepilogarle tutte, in modo che siano conosciute nelle loro integrazioni e interezze.
Vicario Generale Mons. Giuseppe Sparagna
Vicario episcopale per la Pastorale don Stefano Castaldi
Vicario di Fondi don Mariano Parisella
Vicario di Gaeta don Gianluigi Valente, in attesa della nuova nomina essendo ora parroco nel territorio di competenza della Forania di Formia
Vicario di Formia don Mariano Salpinone
Vicario di Minturno padre Giuseppe d’Agostino dell’Ordine dei Trinitari
Cancelleria diocesana: in aiuto al Cancelliere don Gianni Liberaci
Vice Cancelliere don Giuseppe Rosoni
Rettore del Seminario Minore di Gaeta: don Antonio Guglietta
Centro Diocesano Vocazioni: don Antonio Guglietta Rettore, don Antonio De Arcangelis, don Fabio Gallozzi, don Giuseppe Di Mario
Ufficio Catechistico e Direzione dei diaconi permanenti:
don Antonio Cairo; vice don Giuseppe Rosoni
Ufficio Liturgico Diocesano don Erasmo Matarazzo; vice don Antonio Centola
Servizio Pellegrinaggi, Turismo, Sport: don Erasmo Matarazzo
Centro Caritas diocesana don Mariano Parisella e vice don Antonio De Arcangelis;
Servizio Pastorale Famiglia e Vita/Consultorio: don Carlo Saccoccio.
Servizio Educazione, Scuola, Università, Insegnanti di Religione Cattolica:
don Simone Di Vito
Ufficio Beni Culturali e Arte Sacra: don Antonio Punzo
Ufficio nuove Chiese: don Vincenzo Macera
Ufficio Amministrativo - Economo diocesano: don Sandro Guerriero
Segretario del Sinodo: don Carlo Lembo
Servizio Pastorale Giovanile: don Francesco Fiorillo, Vice don Maurizio Salesiano
Servizio Pastorale Missionaria: don Mariano Salpinone
Servizio Pastorale del Lavoro, Giustizia e Pace: padre Riccardo Pappagallo
Servizio Pastorale della Salute: don Luigi Ruggiero
Servizio Comunicazioni Sociali - L'Avvenire: don Francesco Guglietta
Radio Civita: don Antonio Centola, diacono Vincenzo Testa
Ufficio Comunicati Stampa: diacono Marcello Caliman
Sito Internet: don Antonio De Arcangelis
Azione Cattolica: Assistente Unit. don Alfredo Micalusi,
don Francesco Fiorillo, don Massimo Capodiferro A. C. Giovani.
Agesci e Cursillos: Assistente don Cristoforo Adriano
Nota:
Negli Uffici e Servizi più importanti saranno inseriti anche Diaconi permanenti per Segreteria e Servizio Ufficio.
Consiglio Affari Economici:
Vicario Generale Mons. Giuseppe Sparagna, don Antonio De Meo,
don Adriano Di Gesù, diacono Pasquale Esposito, avv. Pietro Corona,
rag. Michele De Meo, dott. Luigi Marcelli
Partecipa senza diritto di voto l’Economo don Sandro Guerriero.
Ufficio Tecnico dell’Arcidiocesi:
Per seguire con cognizione di causa e competenza i lavori di nuove Chiese
o di restauri a Chiese e a stabili di enti ecclesiastici, soggetti all’Ordinario,
è stato costituito, con data 1° ottobre 2008 ad experimentum ad annum, l’Ufficio Tecnico, che potrà assumere direttamente la direzione dei lavori o aiutare il legale rappresentante con direttive vincolanti per progettisti e imprese, ed è composto dai seguenti nominativi:
don Vincenzo Macera incaricato Nuove Chiese,
don Sandro Guerriero Economo diocesano, avv. Williams Di Cesare,
ing. Antonio Di Tucci, geom. Domenico Vitolo.
Consulta diocesana delle Aggregazioni Laicali:
don Francesco Fiorillo, assistente spirituale, che curerà incontri e formazione sopratutto per una sempre maggiore comunione pur nella diversità dei carismi.
Tribunale diocesano:
Vicario giudiziale: don Adriano di Gesù
Promotore di giustizia: don Gianluigi Valente
Notaio: don Massimo Girondino
L'Arcivescovo nella sua lettera tra l'altro ha scritto:
“Questo assetto in certo qual modo abbraccia le precedenti così dette “aree”, ma nella terminologia e compiti si è voluto ricalcare quanto è in uso presso la CEI circa i suoi organismi a livello nazionale.
Nuove impostazioni e modifiche o nuovi organismi potranno venirci dal Sinodo diocesano e saranno per noi tutti vincolanti.
Le nomine avranno pertanto durata fino alla conclusione del nostro Sinodo. Prima di tutto desidero ringraziare i Sacerdoti, i quali attraverso la loro generosa disponibilità, hanno agevolato avvicendamenti nel lavoro pastorale in alcune Parrocchie: da tutti ho ricevuto edificazione e consolazione.
Così pure va il mio grazie alle Comunità parrocchiali per il senso di comprensione avuto in questi appuntamenti di vita ecclesiale, che saranno di buon esempio di maturità per altre comunità.
Gratitudine esprimo anche a tutti e singoli i componenti del Collegio dei Consultori, che dalla prima del 27 giugno fino all’ultima del 5 settembre, in ben quattro riunioni, mi hanno aiutato con il consiglio e la conoscenza delle persone e del territorio a far salutare discernimento per il bene e cammino della nostra Chiesa Gaetana.
Anche il Consiglio Presbiterale, proprio per la sua specificità per l’indirizzo pastorale, è stato di grande aiuto per la definizione degli ambiti di competenza degli Uffici e Servizi affinché ci fosse un maggior coordinamento e si evitasse eccessivo frazionamento.
Sarà compito del Vicario per la Pastorale, attraverso periodici incontri con i tre Uffici, a far sì che ci sia impegno e comunione per ben progettare l’azione pastorale in Diocesi, per accompagnare, con discrezione fraterna, le attività dell’anno pastorale nelle singole foranie e parrocchie e a fine anno verificare la bontà o meno dell’impegno pastorale profuso, il quale deve avere come primo e ultimo scopo che Cristo Gesù sia annunziato nel modo migliore e con strumenti efficaci.
Il Vicario per la Pastorale sta già lavorando all'Agenda diocesana delle Attività pastorali”.

E ancora: “I Diaconi permanenti intervengono ai ritiri e agli aggiornamenti del Clero e per loro ci saranno esercizi spirituali con le rispettive consorti. Con i Vicari Foranei verrà esaminato il loro inserimento in Uffici di Curia e un opportuno avvicendamento e mansioni soprattutto in area caritativa”.

E infine: “Si dovrà procedere al rinnovo del Consiglio Pastorale diocesano: è viva la mia esortazione affinché si proceda con sollecitudine a quanto il Vicario per la Pastorale indicherà circa le procedure da seguire soprattutto per un certo snellimento del numero dei membri”.

Il Capo Ufficio Stampa
dott. Marcello Caliman - diacono