Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Andreotti ritorna a Fondi il 18 agosto per dibattito: "A che serve l'Italia?"

 
 

Fondi 14 agosto 2008

DIBATTITO PUBBLICO

A CHE SERVE L’ITALIA?

Il ruolo del nostro Paese nel mondo globalizzato

Fondi, 18 AGOSTO 2008, Chiostro di San Domenico ore 20,30


“A che serve l’Italia?”: una domanda che potrebbe sembrare provocatoria. E’ in realtà un interrogativo che nasce in chiunque apra oggi un giornale o ascolti le notizie che giungono da ogni parte del mondo.

Il processo socioeconomico che va sotto il nome di globalizzazione ci presenta oggi un mondo in cui le distanze sembrano annullate ed è più facile comunicare, ma anche un contesto di equilibri modificati, che tra nuove e vecchie alleanze disegnano un quadro in cui spesso cambiano i ruoli delle singole nazioni. Proprio per questo è utile chiedersi: a che serve l’Italia? Qual è il suo ruolo in un mondo che cambia rapidamente, dove le nazioni emergenti appaiono Cina e India, dove l’Europa stenta a trovare una nuova dimensione e gli Stati Uniti mostrano evidenti segni di crisi alla vigilia delle elezioni presidenziali?

A che serve l’Italia di fronte a un mondo ancora tanto segnato da ingiustizie, disuguaglianze e squilibri, soprattutto tra Nord e Sud?

Ne discuteranno il prossimo 18 agosto alle 20,30 nel chiostro dell’ex convento di San Domenico a Fondi due protagonisti della politica estera italiana: il senatore a vita Giulio Andreotti e l’attuale sottosegretario agli Affari Esteri Vincenzo Scotti, che saranno affiancati nel corso del dibattito da mons. Ambrogio Spreafico, Vescovo Coadiutore di Frosinone-Veroli-Ferentino, e dal prof. Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio.

Ad organizzare l’evento la Comunità nata a Roma quarant’anni fa e oggi presente in più di 70 Paesi del mondo con i suoi programmi di sviluppo e di pace, e che pone nel dialogo e nell’incontro tra le civiltà la base della sua opera di pacificazione internazionale che le è valsa la definizione di “ONU di Trastevere”. Accanto agli esponenti della Comunità, come di consueto, i suoi tradizionali partner locali: il Comune di Fondi, l’Assessorato all’Ambiente e alla Cooperazione tra i Popoli della Regione Lazio, il Centro Agroalimentare all’ingrosso (MOF) e la Banca Popolare di Fondi, che a vario titolo collaborano ormai da anni alle diverse iniziative promosse da Sant’Egidio.