Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Corridoio Tirrenico, la Roma-Formia sarà realizzata dal Governo

 
 

Fondi 12 giugno 2008


Bocciato dalla giunta regionale Marrazzo, il tratto Roma-Formia del Corridoio Tirrenico Meridionale sarà invece realizzato dal governo Berlusconi.
Enorme soddisfazione esprime il sindaco Luigi Parisella, a nome dell’intera amministrazione e del vasto comprensorio della piana di Fondi.
Proprio nei giorni scorsi il Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli ha ritenuto, a ragione, tale progetto viario degno di priorità e pertanto di essere inserito nel Piano delle infrastrutture che sarà allegato al Documento di Programmazione Economico e Finanziaria che il governo Berlusconi si appresta a presentare nel mese di luglio alla discussione parlamentare.
Giova ricordare che il progetto della Roma-Formia, nel tratto fino a Terracina nell’ambito del Corridoio Tirrenico, voluto dall’allora governo regionale di centro-destra, era stato approvato dal Cipe (Comitato interministeriale programmazione economica) nel 2004.
Tale arteria costituiva un’infrastruttura di valenza strategica per la competitività socio-economica dell’intero territorio provinciale. Ma fu inspiegabilmente messa da parte dal successivo governo regionale Marrazzo, nonostante l’ampia condivisione e approvazione della stessa da parte della stragrande maggioranza degli enti provinciali e locali, del mondo dell’economia e del lavoro.
Mascherandosi dietro la soluzione di una superstrada Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone, la giunta Marrazzo mutilava il vero asse strategico del Corridoio Tirrenico Meridionale, rischiando di dare un colpo letale alla stessa realtà economica del Mof , dell’intero sud-pontino e alle potenzialità del Golfo di Gaeta.
Il Sindaco Luigi Parisella ricorda come le molteplici richieste inviate negli anni 2004-2005-2006 al Presidente Marrazzo di convocare un tavolo di concertazione con i sindaci ed il Presidente della Provincia di Latina su tale priorità siano state sempre disattese.
Con la nuova scelta decisa dal Ministro Altero Matteoli e dal governo Berlusconi, di recuperare l’opzione a favore del tratto Roma-Formia nell’ambito del progetto del Corridoio Tirrenico Meridionale, si riaccendono le speranze e i concreti propositi di veder realizzato un asse viario di rilievo, collegato alla grande viabilità nazionale ed europea, in grado di assicurare elementi e livelli adeguati di crescita e di sviluppo per l’economia del nostro territorio.

Fondi, 11 giugno 2008 p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti