Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Piano paesistico regionale. Assemblea pubblica Venerdì 9 maggio  
 

Fondi 09 maggio 2008

Il Sindaco Luigi Parisella e l’assessore all’Urbanistica avv. Salvatore De Meo comunicano che Venerdì 9 maggio 2008 alle ore 19.00 presso la Biblioteca Multimediale “Dan Danino di Sarra” si terrà un’assemblea pubblica cittadina per discutere in merito al nuovo piano paesistico territoriale regionale.
La Giunta Regionale del Lazio con atto deliberativo n. 1025 del 21.12.2007 ha adottato il nuovo piano paesistico senza consultare preventivamente gli enti locali e i soggetti interessati, come prevede espressamente l’art. 23 della Legge regionale n.24 del 1998.
Inoltre, la redazione di questo piano paesistico vìola palesemente l’art.22 della legge regionale n.24 del 1998 che prescrive l’utilizzo di una aggiornata cartografia. Invece, con gravissima approssimazione, il comitato tecnico regionale si è servito di una cartografia territoriale risalente a circa 10 ani or sono, e che pertanto non tiene conto delle successive modificazioni urbanistiche-edilizie realizzate.
Ulteriore elemento che contribuisce a suscitare seri interrogativi è lo strano percorso seguito dalla Giunta regionale, che ha sovrapposto atti deliberativi, tra loro contraddittori, ed iter procedurali relativi ai termini di presentazione delle osservazioni.
Ma già in questa prima fase di adozione dichiarano il Sindaco Parisella e l’assessore De Meo – il nuovo piano territoriale paesistico pone vincoli estesi, ingiustificati e dannosi al nostro territorio. Grandissima parte delle attività produttive, agricole, commerciali, artigianali, di interesse turistico, vengono di fatto impedite a progetti di ammodernamento, di potenziamento, di sviluppo, con evidente riscontro sulle già difficili condizioni economiche in essere.
E’ bene ribadire, al fine di respingere ogni tentativo di vana strumentalizzazione, che il Comune di Fondi condivide l’adozione di un adeguato, moderno e coerente piano territoriale paesistico capace di salvaguardare e valorizzare il territorio. A tal fine, significativa è stata fino ad oggi l’azione dell’amministrazione comunale nel recuperare alla collettività lunghi tratti di duna costiera attraverso la lotta all’abusivismo (circa 250 demolizioni effettuate) e con progetti di recupero ambientale, di rinaturazione, di riqualificazione urbanistica, di risanamento igienico e con programmi di sviluppo socio-economico (area artigianale e industriale).
Ma il piano paesistico adottato dalla Giunta Marrazzo si muove in tutt’altra direzione con un indiscriminato indirizzo vincolistico, che peraltro rischia di compromettere l’attuazione dei progetti comunali in corso e la stessa realizzazione della “Marina di Fondi”.
L’obiettivo, pertanto, è quello di impedire che tale piano produca effetti paralizzanti sulle capacità e sulle potenzialità di sviluppo e di crescita del nostro territorio.
Per questo il Comune di Fondi ha deciso sul piano amministrativo di ricorrere al Tar di Latina, per chiedere l’annullamento, previa sospensiva, degli atti deliberativi e di tutti gli atti conseguenti riferiti al piano citato, e per indurre la Regione Lazio a coinvolgere sin dalle fase istruttoria iniziale gli enti locali e tutti gli aventi diritto.
Per quanto riguarda le osservazioni a tale piano paesistico da presentare entro i termini previsti, l’intento dell’amministrazione è mirato a definire le stesse attraverso la più ampia partecipazione delle forze politiche, dei cittadini, delle associazioni professionali e di categoria, delle diverse rappresentanze sociali, attraverso un propositivo confronto sia in sede di commissione consiliare competente e sia attraverso assemblee pubbliche, come quella indetta per Venerdì prossimo a cui si prega vivamente di intervenire, possibilmente con proprie riflessioni e proposte di merito.
Fondi, 6 maggio 2008

L’Assessore all’Urbanistica Il Sindaco
Avv. Salvatore De Meo Geom. Luigi Parisella