Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  AZIONE CATTOLICA COMPIE 140 ANNI IN MILLE DA GAETA A ROMA  
 

 

Domenica solenne celebrazione in Piazza San Pietro a Roma per la festa dell’Azione Cattolica Italiana, in occasione dei 140 anni dalla sua fondazione.
L’Arcidiocesi di Gaeta ha partecipato concretamente all’evento.
All’alba sono partiti per Roma 980 fedeli, in gran parte giovani, con ben 19 pullman. Perfetta l’organizzazione dell’AC Diocesana diretta dal presidente Ugo Tomassi, ogni pullman aveva un responsabile ed era fornito di materiale audiovisivo utile alla preparazione personale e collettiva all’evento.
L’Arcivescovo di Gaeta Mons. Fabio Bernardo D’Onorio ha voluto partecipare personalmente all’evento e prima della funzione religiosa si è recato in Piazza San Pietro dove è stato accolto dai suoi diocesani con un’ovazione di gioia.
Quindi ha concelebrato stando accanto a Mons. Domenico Sigalini, assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana.
Nel complesso circa centomila fedeli hanno partecipato alla messa presieduta dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente della CEI - Conferenza Episcopale Italiana.
Il Papa Benedetto XVI prima della recita del Regina Coeli, dal sagrato di piazza San Pietro, e non - come tradizione - dalla finestra del Palazzo Apostolico - ha esclamato: “Piazza San Pietro si presenta oggi quasi come un cenacolo a cielo aperto, gremito di fedeli, in gran parte soci dell'Azione Cattolica Italiana”.
Arrivato a piedi sul sagrato della Basilica, dopo ripetuti applausi e acclamazioni, il Pontefice dopo aver ricordato il significato dell'odierna festa liturgica dell'Ascensione si è rivolto agli iscritti dell’Azione Cattolica affermando tra l’altro: “È per me una grande gioia accogliervi quest’oggi qui, in Piazza San Pietro, dove in passato non poche volte la vostra benemerita associazione ha incontrato il Successore di Pietro. Grazie per questa vostra visita. Saluto con affetto tutti voi, venuti da ogni parte d’Italia, come pure i membri del Forum Internazionale che provengono da quaranta Paesi del mondo. In particolare saluto il Presidente nazionale, professor Luigi Alici, che ringrazio per le sentite espressioni che mi ha rivolto, l’assistente generale, Mons. Domenico Sigalini e i responsabili nazionali e diocesani. Vi ringrazio anche per il particolare dono che mi avete voluto offrire attraverso i vostri rappresentanti e che testimonia la vostra solidarietà verso i più bisognosi” E ancora: “l’Azione Cattolica contini a mantenersi fedele alle proprie profonde radici di fede, nutrite da un’adesione piena alla Parola di Dio, da un amore incondizionato alla Chiesa, da una partecipazione vigile alla vita civile e da un costante impegno formativo. Cari amici, rispondete generosamente a questa chiamata alla santità, secondo le forme più consone alla vostra condizione laicale! Continuate a lasciarvi ispirare dalle tre grandi “consegne” che il mio venerato predecessore, il Servo di Dio Giovanni Paolo II vi ha affidato a Loreto nel 2004: contemplazione, comunione e missione”.
I Mille di Gaeta sono rientrati nelle loro abitazioni verso le ore venti, dopo una giornata esaltante che li ha visti protagonisti..

Il Capo Ufficio Stampa
Marcello Caliman - diacono