Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Festeggiati i medici Fulvia di Sarra e Felice Gagliardi per i 50 e 40 anni di laurea  
 

Fondi 16 aprile 2008

Grande festa presso la sede dell'Ordine dei Medici di Latina, anche per i cinquant'anni di laurea della dottoressa Fulvia di Sarra e per i quarant'anni di laurea del dottor Felice Gagliardi, ambedue di Fondi e gloriose colonne portanti della medicina e chirurgia della città.

La sala conferenze dell'Ordine era gremita di invitati per ospitare una significativa ed emozionante manifestazione: il giuramento professionale dei medici appena laureati ed abilitati, la consegna dell'Esculapio d'oro agli Iscritti che nel corso del 2008 ha raggiunto la meta dei 40 e dei 50 anni di laurea e, infine, un collegamento tramite satellite con la goletta Walkirye temporaneamente ormeggiata a Gaeta, nella quale vive con la sua famiglia Niky un ragazzo che vive sul mare quale soluzione ai suoi gravi problemi di salute.
L'Ordine di Latina ha iscritto, dal 1 al 29 marzo, ben 43 nuovi medici, moltissimi provenienti dall'Università "La Sapienza", corso di laurea E con sede in Latina.
15, invece, i medici con 40 anni di laurea, 8 con 50 anni. Simpatica iniziativa è stata quella della consegna a ciascuno, oltre che dell'Esculapio d'oro, di una copia della foto presentata a suo tempo al momento dell'iscrizione all'Ordine. Numerosi gli interventi per ricordare episodi della vita professionale e lanciare messaggi ai Colleghi più giovani.
La sede ha anche ospitato per l'occasione una mostra fotografica organizzata dalla Dott.ssa Loretta Isotton e dedicata alla prevenzione degli incidenti stradali tra i giovani. La mostra potrà essere visitata presso l'Ordine ancora per qualche giorno.
Infine, eccezionale collegamento dalla sede con la goletta Walkirye, un anticipo di quanto sarà realizzato dall'Ordine di Latina, insieme a tante altre testimonianze, con la manifestazione che, sotto il titolo "Una Professione al servizio della Società", avrà l'obiettivo di ribadire l'impegno dei medici a contribuire all'abbattimento di qualsiasi barriera tra le persone, fedeli a quanto il Codice di Deontologia recita da tempo immemorabile.

§ ° §

“… ANNI PRIMA …”


L’Ordine dei Medici di Latina – con il Presidente dott. Giovanni M. Righetti – ha recentemente organizzato una interessante manifestazione che ha riunito giovani laureati di prima iscrizione e medici di lunga data, dello stesso Ordine.
L’incontro avveniva nei locali di Latina, dove appariva il contrasto tra i due gruppi che induceva a riflessioni.
La schiera dei neo-iscritti presentava una nuova realtà, con una consistente presenza femminile a fronte di una minoranza maschile.
Evidenziava pertanto le mutate condizioni della donna di oggi rispetto al passato, quando una sparuta presenza si affacciava timidamente sul panorama medico.
I giovani procedevano compostamente alla lettura del “Giuramento di Ippocrate” e nei loro volti aleggiavano sogni e speranze e forse ansie e paure per il cammino da affrontare.
Accanto agli esordienti si trovava il gruppo degli adulti, di lontana iscrizione e di lungo esercizio professionale.
Medici – quasi tutti maschi – di 40 e 50 anni di laurea, ormai carichi di anni e di esperienza, che avevano attraversato il tempo e incontrato storie e problemi.
Con il coraggio della nostalgia, essi facevano una carrellata sul proprio iter professionale.
Ne emergeva un paesaggio di tempi andati, abitato da valori … di attenzione alla sofferenza, di condivisione di pene, di sosta, di ascolto … .
Una lezione per i giovani, travolti dalla velocità del vivere odierno che forse rischia di disumanizzare il delicato rapporto medico-paziente.
Vero è anche che, nel contesto attuale, è scomparso il contatto rispettoso e quasi riverenziale di altri tempi e ciò rende meno facile e meno fiduciosa la relazione tra paziente e medico.
Il Presidente, infine, si rivolgeva ai nuovi iscritti con un commento sulla dignità della figura del medico e del suo importante ruolo nel mondo della sofferenza. Precisava inoltre i significati dell’appartenenza all’Ordine, tra diritti e doveri.
Al termine, ai medici di maggiore età - tra i presenti stava anche il dott. Felice Gagliardi da Fondi - (e la dottoressa Fulvia di Sarra ndr) veniva consegnato un distintivo simbolico del “bastone di Esculapio”.
E, per ciascuno di essi, un ricordo … la foto presentata nella documentazione della loro lontana iscrizione all’Ordine.
Una toccante sorpresa: una vecchia foto, color seppia, che - per un momento – ci riportò a …. 40 e 50 anni prima …. .

FULVIA di SARRA