Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Elezioni politiche 2008. Il commento del Sindaco Luigi Parisella  
 

 

 

Elezioni politiche 2008. Il Sindaco Parisella,
confermato l’ ampio consenso popolare al centro-destra.

Il voto delle elezioni politiche 2008 – dichiara soddisfatto il Sindaco Luigi Parisella - conferma anche nella nostra città un ampio consenso alle forze politiche che dal 2001 amministrano il Comune di Fondi. Il consenso riportato risulta di voti 15.958 (69,45%) alla Camera dei deputati e di voti 14.232 (69,83%) al Senato.
Tale successo acquista una dimensione politica di enorme rilevanza con la rinnovata elezione del sen. Claudio Fazzone, che questa volta entrerà nel Senato della Repubblica in veste di coprotagonista della vittoria politica del Popolo della libertà e del suo leader Silvio Berlusconi.
Di estremo rilievo risulta altresì il successo conseguito nella Regione Lazio, per il quale ha contribuito in maniera determinante l’apporto elettorale del Popolo delle libertà della Provincia di Latina.
Ai cittadini di Fondi, all’intero corpo elettorale il Sindaco Luigi Parisella esprime il suo più sincero compiacimento per aver manifestato cosi largo consenso e profonda fiducia alle forze politiche e amministrative e ai suoi rappresentanti che da circa sette anni curano gli interessi di questa comunità.
E’ stata quella del popolo fondano una testimonianza di vicinanza e di sostegno, di concreta solidarietà non solo alle forze politiche di governo cittadino, ma all’intero assetto politico-istituzionale che in questi settimane scorse si è voluto tentare di colpire e minare alla radice, con l’esclusivo intento di frapporre ostacoli di varia natura ad un legittimo percorso proiettato esclusivamente sulla crescita e sullo sviluppo della nostra città.
Il clima di gravissime allusioni e di ingiustificati sospetti alimentati da più parti contro l’amministrazione comunale nei due mesi trascorsi, sin dall’insediamento della Commissione d’accesso ordinata dal prefetto, è stato decisamente, ma con grande senso civico, respinto da una città a cui si è tentato di ledere la sua immagine, attraverso il suo più alto e nobile esercizio democratico: quello del voto.
In uno stato fondato sulla sovranità popolare, che ancora vuole fregiarsi di essere il custode dei principi liberali e democratici, occorre prendere contezza di tale pronunciamento, da parte di chi di dovere.
Al di là dei bizantinismi e delle forzature giuridiche, delle pretestuosità e delle convenienze politiche, uno stato democratico ritrova nel popolo la sua vera audience, il sentimento di un vincolo che c’è, che ci realizza nella nostra dimensione di vita singolare, di vita plurale.
Ed è a questa fonte legittima ed ispiratrice che bisogna attingere per orientare le nostre azioni, le nostra decisioni, a qualsiasi livello politico-istituzionale, sociale, culturale, giuridico.
Dal vasto consenso e dalla profonda fiducia mostrati da parte della nostra popolazione – conclude il Sindaco Parisella – trarremo rinnovato impegno per onorare con coerenza e dignità il delicato compito che desideriamo ancora svolgere con parsimonia, modestia, rispetto, nell’interesse esclusivo dell’intera comunità cittadina.

Fondi, 15 aprile 2008 p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti