Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Comune di Fondi. Voto d’importazione, accuse non documentate, smentite dai dati di merito  
 

 


Voto d’importazione, accuse non documentate, smentite dai dati di merito.

A proposito di notizie di stampa apparse nei giorni scorsi che parlavano di “voti d’importazione” al fine di spostare maggioranze e che ponevano interrogativi sull’andamento demografico registrato tra i dati Istat 2001 (popolazione n. 31.023 ab.) e i dati anagrafici che invece registravano una popolazione di 33.755 ab., ritiene opportuno e doveroso intervenire in merito il Responsabile dell’Ufficio anagrafe di Fondi Marcello Picchio.

Il censimento Istat – dichiara il responsabile Marcello Picchio - costituisce uno strumento utile per una approfondita revisione delle anagrafi comunali.

I risultati dell’ultimo censimento del 2001 ha mostrato uno scostamento tra la consistenza della popolazione censita e quella anagrafica calcolata alla data del censimento di 2.732 persone.
Pertanto, in osservanza alle disposizioni dell’Istat e del Regolamento anagrafico, l’Ufficio anagrafe ha dovuto regolarizzare le posizioni delle citate 2.732 persone, al fine di poterle calcolare nella popolazione legale del Comune di Fondi, e ciò ha comportato un considerevole aumento della popolazione residente.
Nel determinare la differenza tra le due fonti – dichiara il responsabile Picchio – gioca altresì un ruolo significativo la popolazione straniera, sia per la tendenza di alcune fasce a non rendersi visibile al censimento, sia per la maggiore mobilità di essa sul territorio, che si traduce in un più elevato numero di posizioni anagrafiche non aggiornate. Dal 2000 ad oggi si è registrato un incremento di 1.044 ab. della popolazione straniera.

Pertanto, la mancata coincidenza tra la popolazione rilevata al censimento e quella iscritta in anagrafe può dare luogo, successivamente alla conclusione delle operazioni censuarie, a dovute rettifiche post-censuarie, come nel caso del Comune di Fondi.
Esse sono conteggiate come saldo tra le iscrizioni di persone sfuggite al censimento, e quindi non entrate a far parte del computo della popolazione legale, ma effettivamente residenti.

Inoltre, alle iscrizioni vanno aggiunte quelle di persone che chiedono nuovamente di essere iscritte in anagrafe, dopo essere state cancellate perché non trovate in seguito ad accertamenti.

Nel 2001, considerato l’aspetto nazionale, il dato anagrafico risulta superiore a quello censuario dell’1,7%; in termini assoluti, la differenza è pari a poco meno di un milione di unità e aumenta al crescere della dimensione demografica dei comuni. In particolare, oscilla intorno all’1% nei comuni fino a 15 mila ab. E poi aumenta progressivamente fino a raggiungere il 2,7% nei comuni con oltre 100 mila ab.

Sono queste le motivazioni e le ragioni – dichiara il Sindaco Luigi Parisella - documentate dal nostro responsabile Marcello Picchio – che spazzano via interrogativi sia di natura tecnica, ma soprattutto di coloro che hanno invocato ed enfatizzato in questi giorni la “caccia al voto d’importazione”, anche con riguardo al Comune di Fondi, suscitando immotivatamente perplessità, sospetti e discredito verso le istituzioni.
La cultura della legalità, tanto reclamata da alcune parti, è inopinatamente lesa e mortificata dai pseudo cultori del rispetto della legge.

La indubbia professionalità e l’assoluto rigore morale che caratterizza l’attività di gestione da parte di tutto il personale dirigente ed esecutivo dell’Ufficio anagrafe, - dichiara il Sindaco Parisella – mi inducono a rigettare con fermezza ogni tentativo volto a ipotizzare mirati cambi di residenza in funzione di interessi elettoralistici o per altri scopi non previsti dalla legge.

Eppoi – conclude il Sindaco Luigi Parisella – è lo stesso ampio consenso di fiducia della popolazione al sottoscritto e all’amministrazione comunale, riconfermato per ben due competizioni elettorali nella misura di circa il 75%, a vanificare e a rendere improponibili simili ipotesi di voto di importazione e a ribadire la validità di un operato amministrativo ad esclusivo beneficio dell’interesse legittimo e generale della collettività fondana.

Fondi, 28 febbraio 2008 p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti