Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Nuove regole per hotel, strutture extralberghiere, stabilimenti balneari, camping e agenzie di viaggio  
 

 


TURISMO LAZIO: AUDIZIONE ASSOCIAZIONI DEL SETTORE
Nuove regole per hotel, strutture extralberghiere, stabilimenti balneari,
camping e agenzie di viaggio anche per il Comune di Fondi

“Determinare un elevamento complessivo della qualità delle strutture ricettive, semplificazione delle procedure, valorizzazione della tipicità delle singole strutture ricettive, lotta a forme di abusivismo e concorrenza sleale, scelte strategiche in direzione della sostenibilità, accessibilità e dei meccanismi di trasparenza verso i consumatori che saranno ripresi nella carta del turista prevista dalla legge che faremo nei prossimi mesi”. Questi, per il presidente della Commissione Sviluppo Economico, Ricerca, Innovazione e Turismo Domenico Di Resta (Pd), i punti qualificanti dei regolamenti di attuazione della nuova legge sul turismo varata lo scorso agosto che, dopo la giornata di lavoro con gli operatori del settore di oggi all’Hotel Universo di Roma, saranno portati in Giunta entro la prossima settimana per poi passare al vaglio della commissione presieduta da Di Resta.
“Questo di oggi con gli addetti è un incontro operativo, non un convegno. Volevamo una discussione che ci aiutasse a predisporre il testo definitivo che spero possa essere approvato entro il mese prossimo – ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico, Ricerca Innovazione e Turismo, Claudio Mancini (Pd). I tavoli tecnici – ha continuato Mancini rivolto alla platea - sono molto importanti perché possono fornire un parere condiviso dentro un consenso politico largo, dando così regole che non verranno modificate al prossimo cambio politico. Vogliamo fornire un quadro di certezze per le imprese, semplificando la possibilità per le aziende di adeguarsi alle esigenze del mercato. In cambio chiediamo investimenti per la qualità.”
Nel testo, nuove regole per la classificazione degli hotel, strutture extralberghiere, camping, stabilimenti balneari (per questi è prevista l’assegnazione da 1 a 4 stelle marine), per elevare la qualità standard delle strutture, mentre con i marchi di qualità che verranno definiti in seguito, si valorizzeranno i punti d’eccellenza. Viene inoltre introdotto l’albergo diffuso, struttura che potrà essere aperta in centri storici con meno di 3000 abitanti o in un area urbana omogenea dove i turisti potranno trovare ospitalità in stanze e appartamenti dislocati in diversi immobili, raggruppati sotto una gestione unitaria. Una tipologia che favorisce la riqualificazione e lo sviluppo di aree finora rimaste ai margini della crescita turistica. Novità anche per quanto riguarda le agenzie di viaggio con l’istituzione e relativa regolamentazione dell’elenco regionale delle agenzie sicure, tenuto presso l’assessorato competente, al quale possono iscriversi le agenzie di viaggio e turismo che garantiscano un alto livello nell’organizzazione e nella sicurezza dei servizi offerti nonché il rispetto del “turismo etico” (tale elenco sarà aggiornato annualmente e pubblicato sul Burl e sul sito internet della Regione).
Ringraziamenti e attestati di stima per l’ampio invito al confronto – mai prima organizzato - proposto dall’assessore Mancini e dal presidente Di Resta sono venuti dai numerosi operatori presenti in rappresentanza delle varie sigle del settore, dalla Fiavet (agenzie di viaggio) alla Confindustria, Confersercenti, Faita (campeggi), Federalberghi, Federazione Bed&Breakfast, Ada (direttori d’albergo), Fitus (turismo sociale), Sib (stabilimenti balneari). Dagli albergatori, ma anche dagli stessi rappresentanti dei B&B, richieste per un maggior controllo delle strutture di alloggio e prima colazione per le quali il regolamento ora esige la residenza e il domicilio nell’appartamento del proprietario o affittuario. Dagli operatori di stabilimenti balneari e di camping richieste per una maggiore semplificazione delle norme, soprattutto in materia urbanistica. A questo proposito Mancini ha annunciato che presenterà “il Giubileo del mare”, una proposta di legge sul modello di quella fatta a Roma in occasione dell’anno santo, che incentivi le strutture ricettive, alberghiere e balneari.
Dopo l’approvazione dei regolamenti attuativi, il prossimo passo sarà, entro il 30 giugno, l’adozione del piano di promozione triennale, e il riconoscimento dei STL, i sistemi turistici locali.
All’incontro erano presenti il vice presidente della commissione Antonietta Brancati (Repubblicani, Liberali e Riformisti) e i consiglieri Fabio Armeni (Fi) e Francesco Lollobrigida (An). Quest’ultimo ha commentato: “il turismo è la prima risorsa economica del Lazio. Deve essere incentivato, questa è la sfida e deve essere tenuto fuori dalla bagarre elettorale”.