Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
  Il testo dell'Ordine del Giorno approvato dal Consiglio comunale  
 

 

Al termine della seduta del Consiglio comunale,
convocato ieri sera 18 febbraio,
le forze di maggioranza consiliare con 24 presenti,
hanno approvato il seguente:
ORDINE DEL GIORNO

Il Consiglio Comunale di Fondi nella seduta del 18 febbraio 2008 udita la relazione del Sindaco alla luce delle recenti vicende per le quali il Prefetto di Latina, Sua Eccellenza dott. Bruno Frattasi, ha proceduto alla istituzione di una Commissione di accesso ed accertamento in quanto “ha ravvisato la necessità di svolgere, anche per soddisfare esigenze di massima trasparenza, approfonditi accertamenti presso l'amministrazione comunale di Fondi per verificare se ricorrano pericoli di condizionamento da parte della criminalità organizzata nell'attività amministrativa dell'ente, attesa la presenza, nel territorio in questione, di soggetti gravati da pregiudizi penali e di polizia con sospetti collegamenti con organizzazioni criminali di tipo mafioso, non potendosi escludere che detti soggetti possano esercitare forme di indebito condizionamento delle attività dell'ente”:

- manifesta seria preoccupazione per la gravità dei fatti venuti alla luce di recente che ipotizzano in maniera inquietante l’esistenza sul territorio di organizzazioni dedite all’usura e ad altre attività malavitose;

- esprime pieno apprezzamento per i meccanismi di controllo messi in atto dall’Autorità che testimoniano l’attenzione dello Stato a difesa di un territorio importante come il nostro in piena evoluzione e trasformazione socio-economica;

- conferma la presa di distanza da qualsiasi tentativo di condizionamento e/o di interferenza malavitosa;

- respinge nel modo più assoluto qualsiasi tentativo di associare i recenti arresti per usura all’azione amministrativa dell’Ente nel rispetto delle indagini in corso;

- condanna qualsiasi azione strumentale di denigrazione e delegittimazione degli organi di governo della città tesi a danneggiare l’immagine della città e di tutti i cittadini;

- condivide che siano intensificati i controlli in tutti i settori dell’Amministrazione con particolare riferimento all’anagrafe relativamente alle richieste ed al rilascio delle residenze;

- si impegna a costituirsi parte civile, ricorrendone i presupposti, nei procedimenti penali a tutela e salvaguardia della immagine, rispettabilità ed onorabilità delle istituzioni e della collettività e per arginare fenomeni criminali sul territorio;

- condivide il forte appello del Sindaco per il rispetto della legalità, unico baluardo contro possibili pressioni e condizionamenti non graditi e sollecita il mondo produttivo e sociale nonché la cittadinanza, ciascuno per le proprie competenze e funzioni, al alzare uno scudo di protezione sulla città per l’immediata emarginazione di qualsiasi fenomeno malavitoso;

- impegna il Sindaco e la Giunta a proseguire ed intensificare l’operazione di trasparenza nell’azione amministrativa del Comune che, oltre a contrastare fenomeni di illegalità, contribuiscano ad arginare possibili pericoli di infiltrazioni negli atti e nelle scelte dell’Amministrazione comunale;

- condivide la scelta di istituire una apposita commissione consiliare finalizzata al controllo ed al monitoraggio di tutte le procedure di affidamento di appalti, delegandone le modalità di costituzione alla Conferenza dei Capigruppo;

- in particolare, approva la scelta del Sindaco di adottare, di concerto con la Prefettura, protocolli per la maggiore trasparenza di tutti gli atti che il Comune si troverà a compiere in futuro;

- dichiara piena fiducia nel lavoro che le Autorità preposte stanno espletando ed auspica una celere e compiuta azione di controllo e verifica della costituita Commissione di accesso che possa confermare in tempi brevi che il tessuto sociale ed economico della città è sano e vitale;

- chiede alle Istituzioni preposte di affiancare in modo permanente l’azione amministrativa - per quanto di competenza - sia nell’attività di prevenzione che di repressione di fenomeni malavitosi;

- auspica una accelerazione nell’attività amministrativa tesa a programmare uno sviluppo razionale ed ordinato del territorio, esaltandone la specifica vocazione turistica, imprenditoriale, agricola, artigianale ed industriale per la crescita di un’economia sana e trasparente.