Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Consiglio comunale Fondi. Il sindaco lancia segnali precisi contro la criminalità

 
 

 


Consiglio comunale straordinario ordine pubblico a Fondi
Il sindaco Luigi Parisella lancia segnali precisi contro la criminalità

Il Consiglio comunale di Fondi si è riunito, ieri sera 8 febbraio, nell’Auditorium di San Domenico per discutere sulla situazione dell’ordine pubblico nella città.
Oltre alla presenza dei cittadini, scemata verso la fine, erano presenti le Forze dell’Ordine che stanno mettendo a segno, negli ultimi tempi, diverse ed importanti operazioni antidroga e contro la criminalità organizzata.
Tutti i gruppi e diversi consiglieri comunali, hanno espresso la preoccupazione emersa dai fatti avvenuti negli ultimi tempi a Fondi. Diverse le analisi e le proposte formulate. Nel ribadire che il tessuto sociale della città risulta essere sano, è stato ribadito che va però intensificata l’azione contro i tentativi e le presenze di infiltrazioni malavitose attirate dall’economia e dalla possibilità di fare guadagni illeciti attraverso lo spaccio della droga, della compravendita di immobili e dall’apertura di attività produttive.
Il sindaco Luigi Parisella, al termine della seduta, ha lanciato segnali precisi contro la criminalità: “Sotto l’aspetto dell’ordine pubblico – ha detto il sindaco – c’è la percezione di insicurezza da parte dei cittadini e noi dobbiamo adoperarci per scongiurarla, anche attraverso il potenziamento delle strutture a disposizione degli organi di Polizia”. Molto articolato e mirato è stato, poi, l’intervento di Luigi Parisella sulla criminalità: “Siamo un territorio a rischio e iniziamo a rilevare presenze di soggetti estranei che arrivano in gran parte dal sud, ma la legislazione non ci aiuta perché è facile aprire attività economiche. Assistiamo a compravendite di immobili a prezzi più alti del normale mercato, da dove vengono questi soldi? Anche il semplice cittadino può fare la sua parte, negando la vendita a chi viene da fuori offrendo cifre più alte. Di sicuro perderà sotto l’aspetto del guadagno personale, ma questo contribuirà a farlo vivere tranquillo in futuro”. “Comunque – ha detto il sindaco – i controlli ci sono: ad iniziare dal rilascio delle residenze da parte dell’ufficio anagrafe, il quale sta svolgendo un lavoro prezioso nel non certificarle con facilità anche se si presentano ‘regolari’. Condivido le preoccupazioni di Massimo di Fazio del PD e di Lucio Biasillo di FI – ha confidato il sindaco – nell’incremento dello spaccio e uso della droga e della cocaina in particolare. Mi corre l’obbligo, a tal proposito ricordare l’intervento del giornalista Orfeo Notaristefano, autore del libro ‘Cocaina connection’, libro che consiglio a tutti di leggere perché offre uno spaccato chiaro su quale sia la situazione delle mafie e del mondo droga, il quale ha spiegato che ‘ogni volta che ci si droga, si sovvenziona la criminalità organizzata’.”
Per quanto riguarda il Piano Regolatore Generale, ricordo che Fondi ha adottato strumenti urbanistici che la città non ha mai avuto. Inoltre, per ritornare alla questione criminalità, ho preso già contatti con il dott. Luigi De Ficchy della Procura Nazionale Antimafia affinché ci sia di aiuto e ci possa consigliare sulle azioni che andremo ad adottare. Infine, come è emerso dalle proposte avanzate, in particolare da Paolo Giardino del PD e da altri, sono disponibile alla creazione di una commissione che monitorizzi gli appalti e le gare”.
Un forte rammarico è stato espresso dal sindaco Luigi Parisella “riguardo la stampa, almeno una parte di essa, che continua in maniera sconsiderata e calunniosa a riempire pagine di giornali che poi producono il solo effetto di denigrare irrimediabilmente l’immagine della nostra città. Per alcune testate agiremo anche per vie legali”.
Al termine della seduta, il presidente del Consiglio Giorgio Fiore, ha invitato le forze politiche a preparare un documento comune e condiviso, che indichi le azioni e manifesti la ferma volontà di combattere le infiltrazioni e l’attività della criminalità.

Gaetano Orticelli