Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

"Cocaina Connection". Incontro con gli studenti giovedì 24 gennaio

 
 

 

L'errore è sempre lo stesso: credere che la mafia non esista. L'unica differenza rispetto al passato sta nell’affermare, secondo l'immaginario collettivo, che certi fenomeni sono ormai stati debellati, passando così dalla negazione alla dimenticanza. La mafia prima non esisteva e adesso non esiste più. Ma allora perché fiumi di cocaina circolano nel nostro paese?

Orfeo Notaristefano, nel suo libro "Cocaina Connection", prova a tracciare la mappa della nuova criminalità organizzata, che, negli ultimi anni, in seguito al celebrato ridimensionamento di Cosa Nostra, ha visto riportare in alto le sue insegne ad opera della 'ndrangheta calabrese. Questa, infatti, nel silenzio garantito dalla distrazione del grande pubblico, la cui attenzione era rivolta alla più nota realtà siciliana, si è enormemente rafforzata, legandosi alla finanza internazionale. I dati oggi sono i seguenti: traffico con la Colombia di 400 tonnellate di cocaina all'anno, per un fatturato di circa 36 miliardi di euro.

Questi i temi che verranno trattati durante la presentazione dell'opera di Notaristefano, programmata per giovedì 24 gennaio 2008 alle ore 10:00, presso l'Auditorium comunale di Fondi "San Domenico".

Interverranno: Luigi Parisella Sindaco di Fondi, Luigi De Ficchy Sostituto Procura Nazionale Antimafia, Fabio Bernardo D’Onorio Arcivescovo di Gaeta e Bruno Frattasi Prefetto di Latina.

Conclusioni: Claudio Fazzone Senatore, Commissione Giustizia e Giuseppe Lumia Vice-Presidente Commissione Parlamentare Antimafia.

Saranno presenti: Maria Gina Marino Preside IIS di Fondi, Anna Maria Masci Preside ITC di Fondi.

Moderatore dell'evento, Gaetano Orticelli

Brunello Di Nardo