Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

LAZIO: OK A LEGGE FINANZIARIA E BILANCIO 2008 DA 28 MLD DI EURO

 
 


Approvato dopo oltre 26 ore di seduta. Nessun aumento di tasse.

Al termine di una seduta fiume durata oltre 26 ore (apertura lavori Consiglio ore 14 e 30 del 21 dicembre), il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Guido Milana, ha approvato con 43 voti favorevoli e 14 contrari, la legge Finanziaria e il Bilancio di previsione per il 2008.
“Abbiamo approvato un Bilancio importante per i cittadini del Lazio –ha commentato Guido Milana - che libera risorse per lo sviluppo e per l’occupazione, che interviene in temi cruciali quali il rientro del deficit sanitario, l’intensificazione dei controlli per combattere gli infortuni sul lavoro, misure ad hoc per la sicurezza dei cittadini”.
E’ il secondo anno che il Bilancio viene approvato prima di Natale e sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio entro il 31 dicembre. Questo consente l’immediata applicabilità delle norme contenute nella legge Finanziaria e, per quanto riguarda il Bilancio, evita il ricorso all’esercizio provvisorio.
“Si tratta dell’atto più importante del Consiglio e della Giunta, frutto di un grande lavoro d’Aula preceduto dal lavoro nelle commissioni”, ha affermato Guido Milana, che, nel presiedere la lunga seduta che si è conclusa dopo oltre 26 ore, ha aggiunto: Per come si sono svolti i lavori d’Aula è stato determinante il comportamento responsabile dei consiglieri di maggioranza e di opposizione”. Milana ha ringraziato dirigenti e personale del Consiglio per il lavoro svolto, augurando a tutti Buone Feste.

Il Bilancio 2008 è di 28 miliardi di euro, non prevede alcun aumento di tasse e fissa spese di parte corrente e in conto capitale sostanzialmente in linea con quelle del 2007. Modificando la legge in materia, per la prima volta vengono raggruppati tutti i capitoli di spesa facendo riferimento alla presidenza della Regione ovvero a ciascuno degli assessorati competenti.
Una parte consistente delle risorse di parte corrente sono destinate al ripianamento del disavanzo sanitario del 2006 e 2007, cui sono destinati 542 milioni di euro.

Alla sicurezza e al contrasto dell’illegalità è destinato uno stanziamento triennale di 16,5 milioni di euro nel triennio 2008-2010, finalizzato anche a sostenere la riqualificazione di aree degradate. Viene istituito il Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, dotato di 45 milioni di euro in 3 anni.

Uno stanziamento di 180 milioni di euro è previsto per i prossimi tre anni per il sostegno alle piccole e medie imprese regionali, che in Finanziaria è stato razionalizzato.

Sul fronte degli investimenti, spicca lo stanziamento di 250 milioni in tre anni (100 milioni per il 2008 e il 2009 e 50 milioni per il 2010) destinato ai trasporti regionali. Altri impegni in conto capitale sono destinati alla ricerca in ambito sanitario (30 milioni), alla lotta all’abusivismo (19,5 milioni).

Sul fronte della tutela ambientale, grande attenzione è stata concentrata sul rispetto del protocollo di Kyoto per la riduzione dei gas serra: per questo è stata istituita una “cabina interassessorile” che opererà presso l’assessorato all’Ambiente. Con la nuova Finanziaria, il Lazio procederà all’inventario regionale delle sorgenti di emissioni di gas a effetto serra, istituendo anche il registro regionale per la riduzione volontaria nell’emissione dei medesimi gas.
Diversi gli interventi per dichiarazioni di voto. Antonio Cicchetti (AN) ha prima di tutto rivolto un ringraziamento a quanti hanno consentito lo svolgimento dei lavori d’Aula. “Riteniamo che questa Finanziaria non affronti i problemi e le esigenze dei cittadini del Lazio”. Ha motivato così il voto contrario del suo gruppo.

LAURELLI: IMPEGNI PER LE POLITICHE SOCIALI E LA SICUREZZA
“Tra gli interventi previsti in Finanziaria vengono confermati gli impegni verso le fasce più deboli dei cittadini: trasporto pubblico gratuito per gli anziani, nuovi servizi socio-sanitari per i disabili, sostegno alle donne e ai minori, istituzione di un fondo una tantum di 500 euro per i bambini nati o adottati nel corso del 2008”. Lo afferma Luisa Laurelli (PD), Presidente della commissione speciale Sicurezza e Lotta alla criminalità, che nel dettaglio spiega: “Con riferimento alla sicurezza, vanno segnalati: lo stanziamento di 300 mila euro per l’Osservatorio regionale per la sicurezza, la quintuplicazione degli stanziamenti che finanziano tutte le leggi del settore, il potenziamento dei sistemi di sicurezza delle ferrovie regionali, la realizzazione di 50 sportelli nei comuni medio-piccoli e nei municipi di Roma per ricevere denunce e fornire assistenza alle vittime della violenza e per realizzare progetti di inclusione sociale e servizi di sicurezza integrata.
Prevista, infine, la celebrazione nell’anno 2008 del centenario dell’otto marzo per sottolineare i diritti delle donne e condannare le violenze e le molestie sulle stesse”.

ARMENI: PRIORITA’ ALLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
“Come Presidente della commissione speciale Sicurezza sui luoghi di lavoro, ho ripetutamente sollecitato maggiori controlli specialmente sui cantieri edili per arginare il fenomeno degli incidenti sul lavoro. Finalmente nella Finanziaria regionale sono stati compresi i fondi che serviranno a potenziare i servizi ispettivi delle Asl”. Lo afferma Fabio Armeni (Forza Italia), Presidente della commissione speciale Sicurezza sui luoghi di lavoro che così prosegue: “Cinque milioni di euro serviranno sia a costituire l’ufficio speciale che affiancherà i servizi ispettivi delle Asl, sia a istituire un numero unico regionale per la sicurezza sul lavoro a cui potranno rivolgersi i cittadini”.
339/Ntr/ac/22 dicembre 2007