Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Comunità Montana: Progetti di promozione turistica L.R. 40/1999

 
 

 

Importanti progetti di promozione turistica riferiti all’area di programmazione integrata Monti Ausoni, ai sensi della Legge Regionale n. 40/99, sono stati appaltati dalla XXII Comunità Montana. Cosi dichiara il Presidente dell’Ente Montano sig. Onorato Di Manno.

I suindicati progetti riguardano la realizzazione di brochure, di posa in opera di cartellonistica turistico-direzionale nonché la realizzazione e posa in opera di Info-point, per un totale complessivo dei lavori pari ad euro 579.000,00.

La brochure costituisce uno degli strumenti di comunicazione per il rilancio del turismo nel territorio e presenta vantaggi della rapida diffusione anche in zone e in eventi esterni al territorio interessato e si pone come elemento di coordinamento con gli altri strumenti di informazione.

L’installazione stessa degli info-point rappresenta un obiettivo proficuo e utile nell’utilizzo di queste nuove tecnologie della informazione e della comunicazione capaci di stabilire un rapporto bidirezionale con i cittadini e quindi favorire la più ampia conoscenza delle ricchezze ambientali, storico-culturali e di interesse turistico.

La realizzazione di tali importanti opere a cura della XXII Comunità Montana, dichiara il Presidente Onorato Di Mano, si innesta in un percorso di progettazione avviato con il Programma di Promozione Turistica, destinato a definire le strategie utili alla valorizzazione del territorio, delle sue risorse di interesse turistico, ambientale e storico-culturale.

Superando l’originaria ripartizione della prima fase, è stato ritenuto prioritario assumere l’intero territorio che va da Terracina al Garigliano, come un’unica area integrata, presentando elementi di omogeneità che caratterizzano la dominante dei rilievi montuosi; le economie agro-silvo-pastorali; il rilievo e i problemi del turismo costiero; la presenza di un patrimonio archeologico più o meno denso, ma tenendo conto anche degli elementi di diversità inerenti le diverse forme della costa; la piana, i laghi e la duna di Fondi; la più stretta relazione tra montagna e costa degli Aurunci; il bacino fluviale del Garigliano, con le Terme di Suio;la maggiore omogeneità funzionale di Fondi e Terracina.

L’integrazione si propone come fattore aggiuntivo, conclude il presidente Onorato Di Manno, in grado di favorire maggiore varietà e continuità all’offerta ambientale, culturale e turistica.

Lenola, 21 novembre 2007 XXII Comunità Montana
Il Presidente
Onorato Di Manno