Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE
L’IMPEGNO DELLA PROVINCIA

 
 



Le azioni integrate messe in campo dalla Provincia di Latina cominciano a dare segnali positivi e molto incoraggianti, nonostante il persistente gap infrastrutturale negativo connesso al sistema della mobilità delle persone e delle merci di stretta competenza regionale.
In particolare, le politiche attivate dalla Provincia per favorire l’accesso al credito al nostro sistema imprenditoriale locale, registrano riscontri positivi posti in evidenza anche dall’ultimo rapporto sull’andamento economico-sociale pubblicato recentemente dall’Unioncamere nazionale.
“Insieme alla Camera di Commercio ed al Consorzio Intrafidi – afferma l’Assessore alle Attività Produttive Silvio D’Arco - abbiamo effettuato un monitoraggio delle attività svolte nel settore del credito alle imprese.
In particolare, analizzando le pratiche istruite e deliberate positivamente dall’ingresso della Provincia di Latina nella compagine sociale del Consorzio Intrafidi ( luglio 2005), in 2 anni di attività sono state avanzate 296 pratiche per richieste di finanziamento pari ad oltre 31 milioni di euro, di cui circa 17 milioni già approvati ed effettivamente erogati alle imprese mentre altre 47 pratiche, per un importo di oltre 6 milioni di euro , sono attualmente in corso di istruttoria.
Questi dati - conferma D’Arco - dimostrano chiaramente la validità dei provvedimenti e le scelte della Provincia di Latina esercitate verso il credito alle imprese.
Si tratta di finanziamenti destinati non al consumo ma agli investimenti produttivi. E’ questo un segnale di fiducia da parte del sistema delle imprese provinciali che ci stimola a fare meglio e di più, non solo per favorire l’accesso al credito, ma anche per spingere sull’innovazione, la formazione aziendale e per organizzare e mettere a “reddito“ i Sistemi Produttivi Locali riconosciuti recentemente in Provincia di Latina, con particolare riferimento alle nostre eccellenze produttive costituite dai settori della Nautica, dell’Agro-industriale, del Chimicofarmaceutico, del Turismo e dall’Agroalimentare di qualità”.