Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

La Comunità Montana: Inizio lavori recupero Chiesa-Eremo di S. Maria Romana

 
 

 

Il Presidente della XXII Comunità Montana Degli Aurunci e Degli Ausoni Onorato Di Manno
comunica l’avvenuto inizio dei lavori per il progetto di recupero della Chiesa-Eremo di S. Maria Romana.
L’importo dei lavori aggiudicati ammonta ad Euro 38.422,10.
La struttura oggetto dell’intervento di recupero è situata nell’ambito della Foresta demaniale di Sant’Arcangelo, accessibile dalla Strada provinciale le Querce che, tra l’altro, garantisce un collegamento secondario tra Fondi e Campodimele.

L’intervento di recupero si è reso necessario, afferma il Presidente Onorato Di Manno, al fine di evitare l’irreversibile degrado del complesso architettonico originario, privo ormai della copertura e con la parte absidale in gran parte distrutta.

Con questo primo finanziamento disponibile si impone prioritariamente una prima azione di bonifica e di consolidamento della struttura, tra cui la sarcitura delle lesioni, la ricostruzione intergale della copertura della chiesa e la ricostruzione dell’abside, la realizzazione della pavimentazione interna, la posa in opera di un portone in massello di legno.

Ad avvenuta esecuzione dell’intervento di recupero e di consolidamento, dichiara il Presidente Onorato Di Manno, il manufatto potrà essere utilizzato come rifugio, laboratorio ambientale e/o punto informazioni.

Detto recupero contribuirà a valorizzare ancor più un ambiente paesaggistico e naturalistico suggestivo, caratterizzato dalla presenza di un orto botanico, di zone collinari e montuose con copertura arborea ed arbustiva a diversi strati vegetazionali, di notevole importanza ecologica e paesistica.

Il Presidente della XXII Comunità Montana Degli Aurunci e Degli Ausoni sig. Onorato Di Manno
comunica l’avvenuto inizio dei lavori per il progetto di recupero della Chiesa-Eremo di S. Maria Romana.
L’importo dei lavori aggiudicati ammonta ad Euro 38.422,10.
La struttura oggetto dell’intervento di recupero è situata nell’ambito della Foresta demaniale di Sant’Arcangelo, accessibile dalla Strada provinciale le Querce che, tra l’altro, garantisce un collegamento secondario tra Fondi e Campodimele.

L’intervento di recupero si è reso necessario, afferma il Presidente Onorato Di Manno, al fine di evitare l’irreversibile degrado del complesso architettonico originario, privo ormai della copertura e con la parte absidale in gran parte distrutta.

Con questo primo finanziamento disponibile si impone prioritariamente una prima azione di bonifica e di consolidamento della struttura, tra cui la sarcitura delle lesioni, la ricostruzione intergale della copertura della chiesa e la ricostruzione dell’abside, la realizzazione della pavimentazione interna, la posa in opera di un portone in massello di legno.

Ad avvenuta esecuzione dell’intervento di recupero e di consolidamento, dichiara il Presidente Onorato Di Manno, il manufatto potrà essere utilizzato come rifugio, laboratorio ambientale e/o punto informazioni.

Detto recupero contribuirà a valorizzare ancor più un ambiente paesaggistico e naturalistico suggestivo, caratterizzato dalla presenza di un orto botanico, di zone collinari e montuose con copertura arborea ed arbustiva a diversi strati vegetazionali, di notevole importanza ecologica e paesistica.

 
 
HornetMultimedia