Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

ALLARME OSPEDALE. UNITA' D'INTENTI TRA I RAPPRESENTANTI DELLA POLITICA

 
 

 

Riunione del 6 giugno, unità d’intenti sulla sanità/Condiviso l’indirizzo del Sindaco Luigi Parisella

Comune valutazione e riflessione è emersa da parte di tutti i soggetti convocati nella riunione di Mercoledì 6 giungo, sullo stato dei servizi sanitari a Fondi e relativo comprensorio.
Dopo gli interventi introduttivi del Sindaco Luigi Parisella e del Consiglio Comunale Giorgio Fiore, da parte di tutti (Sindaci presenti, rappresentanti di tutte le forze politiche e dei gruppi consiliari) è stata apprezzata la utilità di tale incontro, preliminare all’assemblea pubblica che avrà luogo Lunedì 11 giugno prossimo presso l’Auditorium comunale.
La gravità dello stato in cui versano i servizi sanitari richiede la necessità da parte di tutto il comprensorio di promuovere un’azione adeguata per evitare la chiusura dell’Ospedale, ha dichiarato Giorgio Fiore, Presidente del Consiglio Comunale.
Il Sindaco Luigi Parisella ha evidenziato come la difesa dei livelli di assistenza sanitaria costituisce un diritto primario delle popolazioni attorno a cui occorre evitare ogni strumentalizzazione di parte. Occorre essere tutti uniti.
Il senso di scollamento presente nel personale sanitario ospedaliero, dà la percezione di una struttura lasciata fino ad oggi a se stessa, con il rischio di una vera e propria paralisi dei servizi. Pur sottoposto a turni pressanti e a disagi notevoli, è ammirevole lo sforzo del personale di profondere energie lavorative supplementari onde evitare esiti ancora più preoccupanti per la sorte del presidio ospedaliero.
L’obiettivo, ha dichiarato il Sindaco Luigi Parisella, è quello di riprendere l’impegno espresso dall’ex manager dott. Petti, volto a difendere la totalità dei servizi dell’Ospedale S. Giovanni di Dio, e rivendicare tale indirizzo nei confronti del governo regionale del Lazio, al quale si chiede il ricorso urgente ad atti di natura straordinaria, anche in deroga ad eventuali impedimenti burocratici, e verso il nuovo direttore generale, dott.ssa Ilde Coiro.
I rappresentanti delle forze politiche presenti hanno espresso condivisione alle riflessioni e all’indirizzo prospettato dal Sindaco Luigi Parisella.
Da parte di tutti è emersa la viva preoccupazione per lo stato in cui versa il Pronto Soccorso e la necessità di procedere all’autonomia di tale servizio nell’ambito del distretto centro e non più dipendente da Formia (Bruno Fiore-DS).
Altro problema strutturale è riferito alla assoluta inadeguatezza dell’organico del personale ospedaliero (infermieri e anestesisti). E’ altresì necessario revocare il provvedimento che riduce l’orario di servizio del centralino presso l’Ospedale S. Giovanni di Dio, considerato altresì che esso è collegato al servizio di portineria (Bruno Fiore).
Altro aspetto sollevato è quello di considerare piuttosto che la molteplicità dei servizi, spesso malfunzionanti, la qualità degli stessi (avv. Arnaldo Faiola-Fondi Viva) e privilegiare innanzitutto l’area dell’emergenza (Maurizio Cima- Udc).
Sulla necessità di riprendere il dialogo interrotto con l’ex manager dott. Petti e inoltre di porre attenzione anche alla funzionalità dei servizi territoriali, è intervenuto Enzo Fiore (Margherita), che ha proposto l’elaborazione di un documento comune da sottoporre all’assemblea pubblica di Lunedì 11 giugno prossimo. La Margherita sarà impegnata decisamente contro ogni provvedimento teso a ledere la funzionalità dei livelli di assistenza.
Di fronte alla prevalente sfiducia che serpeggia nell’ambito del presidio ospedaliero, che determina una totale sfiducia verso ogni ottimismo, ha dichiarato Gianni Giannone (Moderati per Fondi), occorre una voce un’unica e vera. Per questo occorre dare forza al Sindaco per rivendicare soluzioni efficaci a difesa dell’Ospedale verso la dirigenza Asl.
Molta attenzione deve essere riservata alla fase dei passaggi istituzionali che si vanno a ratificare, qual è l’Atto aziendale, ha dichiarato il dott. Faiola, delegato del Sindaco di Sperlonga. E’ in questa fase preliminare che i sindaci devono consultarsi, poiché in questa vengono decisi i programmi e le scelte operative essenziale di organizzazione e dislocazione dei servizi.
La sanità in Provincia è molto migliorata nell’ultimo decennio, soprattutto in ragione della presenza dell’Università La Sapienza di Roma, ha dichiarato Gesualdo Mirabella, Sindaco di Monte S. Biagio. Sono presenti nuove specialità e si è registrata una elevata operatività delle strutture ospedaliere. Ma da circa un anno siamo al cospetto di un sensibile abbassamento dei livelli di assistenza a causa di un indirizzo politico diverso. E’ quindi sul governo regionale che occorre innanzitutto rivolgere la nostra azione, impegnando le istituzioni, le forze politiche e i rispettivi rappresentanti regionali. E su tale necessità, di azionare una spinta politica verso la Regione Lazio si sono dichiarati favorevoli Giuseppe Pascale (Monte S. Biagio ) e Augusto Velletri, segretario dell’Udc.
Unanime è emersa la condivisione dell’indirizzo indicato dal Sindaco Luigi Parisella, il quale elaborerà un documento che sottoscritto da tutti i presenti, sarà sottoposto all’assemblea pubblica di Lunedì 11 giugno prossimo presso l’Auditorium comunale.
A tal fine, il Sindaco Luigi Parisella auspica e sollecita la più ampia partecipazione all’assemblea pubblica suindicata.

Fondi, 7 giugno 2007 p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti

 
 
HornetMultimedia