Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Disco verde per onco-ematologia pediatrica dalle Istituzioni, dagli operatori e dalle associazioni

 
 


Si sono riuniti il 22 maggio scorso le istituzioni delle Province di Latina e Frosinone per la nascita del Polo Ospedaliero di Oncoematologia Pediatrica. Prossimo appuntamento con le province di Latina e Frosinone, che vedrà coinvolti gli industriali, sarà per la fine di giugno 2007

di Gaetano Orticelli

E’ iniziato il conto alla rovescia per la creazione di un Polo Ospedaliero di Oncoematologia Pediatrica nell’area Pontino/Ciociara con la realizzazione di un reparto di degenza per i piccoli pazienti affetti da leucemia o da altre malattie oncologiche.
Come deciso nella prima riunione, tenuta sabato 14 aprile scorso, si sono riuniti il 22 maggio scorso le istituzioni delle due Province di Latina e Frosinone: All’incontro hanno partecipato personalità amministrative e sociali, con lo sponsor della Banca Popolare di Fondi. La Prefettura di Frosinone con la consorte del Prefetto, prof.ssa Anna Cesari; il direttore generale della Asl di Frosinone, prof. Giancarlo Zotti; il direttore facente funzioni della Asl di Latina, dott. Giuseppe Testa; i Sindaci dei Comuni pontini e ciociari; le due presidenti AIL Maddalena Murchio (Frosinone) e Caterina Allemand (Latina); una folta rappresentanza di medici. Due mamme hanno dato la loro testimonianza: Loredana Lecce (Autrice del Libro “Castelli di Sabbia”) di Alvito (Sora Fr) e Simona Ricci di Latina, mamme che hanno raccontato le loro toccanti esperienze. “Mio figlio affetto da linfoma è stato per due anni ricoverato a Roma presso l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù” ha detto la signora Lecce, “Io sono sola, poiché vedova e, per tutto il tempo, senza mai un cambio, sono stata notte e giorno sempre in ospedale accanto a lui. Mi sono trasferita a Roma ma non potendo permettermi una casa per tutto quel tempo ho dormito per due anni in ospedale, su una brandina militare, come soldati in guerra, notte e giorno”. La signora Lecce ha anche fatto un forte appello ai rappresentati delle Istituzioni: “Quando la politica vuole può fare tutto e non ci sono ostacoli che la possa fermare”.
La testimonianza della signora Simona Ricci che ha focalizzato l’attenzione sull’importanza e la necessità di avere un reparto onco-ematologico sul territorio che sia facilmente raggiungibile per evitare il pellegrinaggio verso Roma, viaggio che diventa per il bambino in terapia un’autentica tortura.
Hanno preceduto gli interventi dei due direttori generali della Asl, le relazioni tecniche dei medici che hanno focalizzato la problematica. Sono intervenuti il Dott. Felice Gagliardi - Capo Dipartimento Materno Infantile della Asl di Latina e primario all’Ospedale S. Giovanni di Dio di Fondi; il Dott. Angelo De Blasio - Capo Dipartimento Onco-Ematologia dell’Asl di Latina; la Dott.ssa Teresa Gamucci Capo Dipartimento Onco-Ematologia ASL di Frosinone; il Dott. Giacinto Marrocco - Dirigente chirurgo Pediatra dell’Unità Operativa di chirurgia pediatrica S.Camillo Forlanini Roma.
Sia il direttore Zotti che il facente funzioni Testa hanno dato il loro “disco verde” all’iniziativa, in particolare per Testa è stato un prendere coscienza della problematica e quindi riferirla al nuovo direttore generale della Asl di Latina Ilda Coiro.
Padre Luigi Rossi, Parroco della Chiesa di S. Francesco di Fondi, ha “benedetto” l’impegno e, citando Paolo VI, ha definito la politica l’arte più nobile della carità. Decisamente favorevole il sindaco di Fondi, Luigi Parisella che ha sollecitato tutti i primi cittadini delle due Province a farsi carico della problematica e di appoggiarla all’interno delle conferenze dei sindaci delle due Asl.
L’incontro è stato coordinato dal giornalista Gaetano Orticelli e la logistica curata da Gianluca Berardino. Sponsor della giornata la Banca Popolare di Fondi che ha proprio nelle due province un forte radicamento territoriale.
Elisabetta De Marco – Delegata Provincia di Latina all’Associazionismo e Volontariato e animatrice dell’iniziativa, ha concluso con il ringraziamento a tutti gli intervenuti e ha aggiunto che “la creazione di un reparto di, onco-ematologia pediatrica è un sogno che ogni giorno si concretizza, grazie anche al lavoro incessante ed amorevole di professionisti del settore. Nell’ambito dell’ematologia e dell’oncologia pediatrica la necessità di creare un’assistenza con ambienti e personale, è diventata, ormai, quasi un’emergenza. “Le Province di Latina e Frosinone – ha affermato Elisabetta De Marco - saranno legate da un progetto sinergico espressione di generosità e umanità non comuni. Ringrazio tutti i Sindaci delle due province per aver voluto aderire, devo dire con grande coinvolgimento e sollecitudine alla realizzazione di una iniziativa umana di valore sociale che oggi getta qui le basi per un futuro che vedrà la nascita di un polo pediatrico di onco-ematologia a servizio di tutti. Ringrazio la Prof.ssa Anna Cesari, donna di grande sensibilità e generosità, consorte di sua Eccellenza il Prefetto di Frosinone, Dott. Piero Cesari. Ringrazio la dott.ssa Maddalena Murchio Presidente AIL di Frosinone, poiché insieme cercheremo di raggiungere gli obiettivi proposti unendo sempre più le due province. Un grazie alla Presidente AIL di Latina Caterina Allemand. Un grazie speciale e di vero cuore alle due mamme Loredana Lecce e Simona Ricci che ci hanno permesso di entrare nel più profondo del loro vissuto aprendoci le porte del cuore e facendoci partecipi di un’esperienza di vita intima,personale e dolorosissima, permettendoci di capire quanto importante sia il lavoro intrapreso a sostegno di questo progetto e quanto il nostro contributo sia indispensabile a realizzare un domani migliore. La nostra collaborazione oggi è un chiaro segnale di quanto sia il desiderio di solidarietà verso tutti quei bambini e tutte quelle famiglie che colpite dal male affrontano duri cammini di sofferenze per raggiungere il traguardo della guarigione, accompagnando al dolore della malattia il disagio psicologico ed economico dell’abbandono dalle realtà familiari tanto importanti ed a volte indispensabili nel contribuire a facilitarne la ripresa.
Grazie al Dott. Felice Gagliardi, Dott.Angelo De Blasio, Dott.Vincenzo Bembo, Dott.Roberto Marra, Dott.ssa Teresa Gamucci, Dott.Marrocco Giacinto, che tutti i giorni si adoperano per il rispetto e ”L’Amore per la Vita”.
Prossimo appuntamento con le province di Latina e Frosinone, che vedrà coinvolti gli industriali, sarà per la fine di giugno 2007.

Erano presenti tra gli altri: Dott. Antonio Marcucci Servizi Sociali Comune di Fondi; Vice Questore Dott. Alessandro Tocco (Delegato Questura di Latina); Dott. Vincenzo Zottola (Presidente Camera di Commercio di Latina); Dott. Sellan (Vice direttore Generale Banca Popolare di Fondi); Dott. Carlo Saitto (Direttore Sanitario ASL di Latina); Dott. Riccardo Serafini (Capo dipartimento Centro Trasfusionale ASL di Frosinone); Dott.ssa Galasso (ASL di Frosinone); Dott. Stefano Nardi (Sindaco di Terracina); Ass.re Martini Luciana (Comune di Alvito); Dott. Pietro Valente (Sindaco Comune di Gallinaro); Dott. Giampaolo Palma (Ass.re Comune di Arpino); Ass. Mario Valente (Comune di Cassino); Ass.re Mauro Trepiccioni (Comune di Ceprano); i Comuni di Arnara, Sora e Veroli.

 
 
HornetMultimedia