Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Per un Polo Ospedaliero di Oncoematologia Pediatrica nell’area Pontino/Ciociara

 
 


Il prossimo 22 maggio tutte le istituzioni di Latina e Frosinone si riuniranno per la nascita


La prima riunione, per l’istituzione di un Polo Ospedaliero di Oncoematologia Pediatrica nell’area Pontino/Ciociara con la realizzazione di un reparto di degenza per i piccoli pazienti affetti da leucemia o da altre malattie oncologiche, si è tenuta sabato 14 aprile scorso. All’incontro hanno partecipato personalità istituzionali e sociali, sotto il patrocinio del Comune di Fondi e la collaborazione della Provincia di Latina. Dalla riunione è scaturita la proposta di un secondo appuntamento da tenersi martedì 22 maggio prossimo, sul litorale di Gaeta nella struttura ricettiva dell’Aeneas Landing, con tutte le istituzioni delle Province di Latina e Frosinone.
Il Sindaco di Fondi Luigi Parisella nel dare il saluto ai presenti, ha introdotto il tema. Sono seguiti gli interventi di Loredana Lecce (Autrice del Libro “Castelli di Sabbia”) di Alvito (Sora Fr) e Simona Ricci di Latina, mamme che hanno raccontato le loro toccanti esperienze. “Mio figlio affetto da linfoma è stato per due anni ricoverato a Roma presso l’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù” ha detto la signora Lecce, “Io sono sola, poiché vedova e, per tutto il tempo, senza mai un cambio, sono stata notte e giorno sempre in ospedale accanto a lui. Mi sono trasferita a Roma ma non potendo permettermi una casa per tutto quel tempo ho dormito per due anni in ospedale, su una brandina militare, come soldati in guerra, notte e giorno”.
La testimonianza della signora Ricci: “I genitori si trovano catapultati in una realtà di sofferenze dalla quale non vengono risparmiati tutti gli altri membri della famiglia”. “Alla malattia si aggiunge il disagio economico e inizia un incontenibile emorragia di denaro, le indennità spesso arrivano quando non servono più. Ho visto genitori dormire sulle panchine, altri dormire in macchina, i più fortunati affittare stanze a prezzi esorbitanti. Che dire di questi bambini che, in terapia devono affrontare un viaggio a Roma, città dove il traffico e il caos costringe l’entità a frenare e ripetere in continuazione. Il viaggio diventa per un bambino in terapia un’autentica tortura”.
Successivamente gli interventi tecnici, hanno focalizzato la problematica. Sono intervenuti il Dott. Felice Gagliardi - Capo Dipartimento Materno Infantile della Asl di Latina e primario all’Ospedale S. Giovanni di Dio di Fondi; il Dott. Vincenzo Bembo - Pediatra Onco Ematologo Ospedale S. Giovanni di Dio di Fondi; il Dott. Roberto Marra - Primario di Ematologia Ospedale di Frosinone; il Dott. Angelo De Blasio - Capo Dipartimento Onco-Ematologia dell’Asl di Latina; Padre Luigi Rossi – Parroco della Chiesa di S.Francesco di Fondi; Maddalena Murchio - Presidente AIL di Frosinone e Presidente Consulta di Volontariato dell’ASL di Frosinone; Elisabetta De Marco – Delegata Provincia di Latina all’Associazionismo e Volontariato e animatrice dell’iniziativa; Gianluca Berardino organizzatore evento.
Erano presenti:
Dott. Francesco Vetrano (Vice Prefetto Vicario di Frosinone); Dott. Rocco Rago (Primario Centro Sterilità di Latina); il Vice Questore Dott. Francia (Delegato Questura di Latina); Dott. Leone D’ambrosio (Ufficio Stampa Provincia di Latina); Vincenzo Zottola (Presidente Camera di Commercio di Latina); Dott. Cristofari (Presidente Ordine dei Medici di Frosinone); Gaetano Orticelli (coordinatore evento). Avvocati, magistrati e funzionari pubblici che hanno partecipato con vivo interesse.
“Ringranzio a nome del Presidente Cusani e mio, il Sindaco Luigi Parisella per aver dato vita oggi 14 aprile 2007 ad una collaborazione fattiva tra le due province; il sogno di realizzare un polo comune di collaborazione tra Latina e Frosinone” ha detto Elisabetta De Marco. “Oggi abbiamo avuto questa meravigliosa opportunità fatta di scambi e di conoscenze, per migliorare ed iniziare un percorso di solidarietà, quella vera. Un grazie di vero cuore a tutti i presenti. Soprattutto a Loredana Lecce e Simona Ricci, due mamme che hanno portato la loro testimonianza per aiutarci a capire quanto sia doloroso un percorso che improvvisamente piomba nella propria vita e dove disagi psicologici ed economici aumentino notevolmente le difficoltà.
Alle Istituzioni, per la solidarietà dimostrata per questa delicata tematica. A Sua Eccellenza il Prefetto di Frosinone Dott. Piero Cesari per la sua sensibilità, a Padre Luigi Rossi che con il suo abbraccio cristiano ha confortato e incoraggiato.
Grazie alla Dott.ssa Maddalena Murchio, poiché insieme cercheremo di costruire una rete fattiva tra gli ospedali unendo sempre di più le nostre forze. Grazie al Dott. Zottola, per averci ospitati e sostenuti. Ai medici Felice Gagliardi, Angelo De Blasio, Roberto Marra e Vincenzo Bembo, che tutti i giorni si adoperano per il rispetto e “l’Amore per la Vita”.
Grazie ancora al presidente della Pro Loco Fondi Gaetano Orticelli per aver coordinato l’evento e al dott. Leone D’Ambrosio dell’ufficio stampa della Provincia di Latina, oltre che a Gianluca Berardino, per aver contribuito a rendere questo giorno davvero speciale.
L’amore e la stima che nutro per queste due realtà, - ha concluso Elisabetta De Marco - mi spinge a credere che il sogno che molti anelano sarà presto una realtà concreta e tangibile e che finalmente queste due province saranno legate da un progetto sinergico che sarà l’espressione di generosità e umanità non comuni”.

 
 
HornetMultimedia