Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Presentazione "Inventarium Gaietani" sabato 28 aprile 2007 al Castello

 
 

 

Pubblicato l’Inventarium Honorati Gaietani che si aspettava da cinquant’anni
Sarà presentato nel castello baronale di Fondi il 28 aprile 2007

Un evento culturale senza precedenti nel mondo culturale del Lazio meridionale avrà luogo sabato 28 aprile 2007 nel castello baronale di Fondi, alle ore 16,30: la presentazione del volume “Inventarium Honorati Gaietani” nell’ambito della Settimana Italiana della Cultura per l’anno corrente.
Infatti sono passati oltre cinquant’anni da quando il dotto minturnese prof. Angelo De Santis auspicava la pubblicazione di questo manoscritto di proprietà della famiglia Caetani e di fondamentale importanza pel la conoscenza del nostro territorio.
Il giorno 24 aprile 1491 muore a Fondi Onorato II Gaetani d'Aragona. Il successivo 2 aprile, disposta dal re di Napoli, inizia la compilazione dell'inventario dei suoi beni, che termina il 23 agosto 1493. E' forse la più importante ricognizione di beni, rapporti feudali, stato dei territori e dei singoli Comuni, e, quindi, una straordinaria fonte di informazioni, anche di dettaglio. Il documento è conservato in originale presso l'Archivio storico della Fondazione Camillo Caetani di Roma. La sua pubblicazione fu voluta da Gelasio Caetani. Il volume viene ora messo a disposizione degli Istituti, Biblioteche, Archivi come insostituibile sorgente di notizie per il settore meridionale della Provincia di Latina e per molti territori dell'Italia meridionale, ad iniziare dalla Campania.
La manifestazione è patrocinata dal Comune di Fondi, dalle Fondazioni Roffredo Caetani e Camillo Caetani, dalla Provincia e dall’Archivio di Stato di Latina; hanno collaborato il Parco Regionale dei Monti Aurunci e la rivista “Confronto” di Fondi.
Il programma della manifestazione prevede i saluti di Luigi Parisella, sindaco di Fondi; dell’avv. Giacomo Antonelli, presidente della Fondazione Camillo Caetani ; dell’ing. Gabriele Panizzi, vice presidente della Fondazione Roffredo Caetani e del dott. Raniero De Filippis, direttore regionale Ambiente del Lazio.
Seguiranno le relazioni proposte agli intervenuti da Pier Giacomo Sottoriva, consigliere della fondazione Roffredo Caetani sul tema “Gelasio Caetani, un umanista del Novecento”; da Giovanni Pesiri dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo sul tema “L'Inventarium testimone della fine di un'epoca. “La genesi del libro” sarà trattata da Luigi Fiorani, direttore dell'Archivio della Fondazione Camillo Caetani; su “Le vicende dell'Inventarium” si soffermerà l’attenzione della professoressa Sylvie Pollastri, curatrice del libro.
Il direttore dell'Archivio di Stato di Latina, Agostino Attanasio, tratterà il tema “L'Inventarium tra le fonti della storia del territorio”. Infine, l’Ordinario di Storia moderna e Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università La Sapienza di Roma, prof. Guido Pescosolido, farà conoscere “Il tempo di Onorato II Caetani”.
La pubblicazione di questo volume aprirà di sicuro una nuova stagione di studi sulla condizione quattrocentesca del Lazio meridionale e dell’alta Campania.

 
 
HornetMultimedia