Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Sanità a Fondi, incontro con Petti. Gravità della situazione. Richiesta di misure urgenti.

 
 

 

Uno stato di gravissimo disagio è stato denunciato mercoledì 28 sera nell’ambito della Conferenza dei capi-gruppo consiliari, alla quale ha partecipato il manager dell’Asl di Latina dott. Ernesto Petti.
Oltre ali capi-gruppo erano presenti il Sindaco Luigi Parisella e il Presidente del Consiglio Comunale Giorgio Fiore.
Tutti gli intervenuti hanno evidenziato lo stato di progressivo ridimensionamento dell’Ospedale civile S. Giovanni di Dio, come dimostrato dalla chiusura della Terapia intensiva con riflessi immediati negativi sulla Chirurgia, dall’assoluta inadeguatezza del Pronto Soccorso, dalla mancanza di guardia attiva presso la Pediatria, dalle lunghe attese riguardo alle visite specialistiche.
Il quadro che fu denunciato nel Consiglio Comunale del 25 settembre 2006 a cui partecipò lo stesso manager Petti, a distanza di circa sei mesi si è aggravato maggiormente, in assenza di risposte e atti in grado di assicurare una adeguata efficienza dei servizi indicati.
Le attese sperate dopo la discussione e gli impegni presi dal manager Petti nell’ambito del Consiglio Comunale citato sono andate tutte deluse.
I dati e le motivazioni fornite dal dott. Ernesto Petti, imperniate sulle difficoltà della politica regionale a far fronte al deficit finanziario e alla impossibilità di procedere a nuove assunzioni, non hanno rappresentato elementi giustificativi validi al cospetto di una situazione di estrema gravità in cui versa la sanità a Fondi. Con il Piano di rientro sottoscritto dalla Regione Lazio con il Governo, ha affermato il dott. Petti, si delineano prospettive più chiare e propositive. Nessuno pensa di depotenziare l’Ospedale di Fondi, ma occorrono tempi medi e lunghi per affrontare gradualmente le diverse emergenze.
Il Presidente del Consiglio Giorgio Fiore, che nell’intervento iniziale d’apertura della Conferenza aveva già manifestato al dott. Petti la sua delusione e il rammarico per un’operato deludente che ha aggravato ulteriormente la sanità a Fondi, ha abbandonato l’incontro esprimendo così la sua più vibrata denuncia e protesta per le giustificazioni addotte dal manager Petti.
Il Sindaco Luigi Parisella, pur dando atto al dott- Petti della estrema correttezza mostrata in sede di programmazione del Piano sanitario e nella stessa Conferenza dei Sindaci, ha evidenziato come la sanità fondana sia stata colpita da una serie di scelte che hanno portato perfino alla chiusura di reparti già attivi, come il caso della Terapia intensiva. Anche i servizi territoriali (socio-assistenziali) sono colpiti da tale indirizzo politico regionale.
Rivolto al manager Petti, il Sindaco Parisella gli ha ricordato che pur nell’immediatezza della conclusione dell’incarico per l’età raggiunta, egli ha ancora un compito molto importante: quello di render conto sia al governo regionale quanto al nuovo manager di adottare atti e misure straordinarie per far fronte al grave stato di disagio denunciato.

Fondi, 1 marzo 2007
p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti

 
 
HornetMultimedia