Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

Consiglio Comunale del 13 marzo 2007. Determinazioni assunte

 
 

 

Ancora il problema della sanità a Fondi ha caratterizzato la prima parte della seduta consiliare di martedì 13 marzo 2007, che vedeva all’ordine del giorno argomenti prevalentemente di natura urbanistica.
E’ stato il consigliere comunale dott. Dante Mastromanno a dare lettura dell’interpellanza urgente sottoscritta dallo stesso e dai consiglieri Giuseppe Azzarà, Vincenzo Capasso e Claudio Spagnardi.
Alla luce dei provvedimenti che hanno portato alla chiusura della terapia intensiva per mancanza di personale, alle gravissime condizioni in cui versa il pronto soccorso, inadeguato per professionalità, risorse e tecnologie, alle carenze di personale ed attrezzature per i reparti della cardiologia, pediatria e medicina e alle lunghe liste d’attesa, al rischio di una lenta, inesorabile e complessiva agonia dell’Ospedale S. Giovanni di Dio, e considerato che nel frattempo il manager dott. Petti ha lasciato l’incarico per raggiunti limiti di età e che in vista delle nuova nomina si è in assenza di qualsiasi interlocutore, i suindicati consiglieri hanno interpellato il Sindaco Luigi Parisella e il Presidente del Consiglio Comunale Giorgio Fiore per conoscere quali iniziative si intendono adottare al cospetto di tale situazione e se non sia necessario interloquire direttamente con l’Assessore regionale alla Sanità e/o con il Presidente Marrazzo.
Dopo un intenso dibattito su tale argomento il Sindaco ha rassicurato l’assemblea delle iniziative già intraprese in merito richiedendo un incontro diretto con l’assessore regionale alla Sanità dott. Battaglia.
Dopo l’approvazione dello schema di convenzione e del periodo contrattuale del servizio di tesoreria, l’assessore all’urbanistica Salvatore De Meo ha illustrato al Consiglio il Piano particolareggiato di iniziativa privata relativo al comparto 14, denominato “Lottizzazione Lido Capratica”.
Dopo essersi soffermato sugli aspetti normativi che disciplinano tale proposta e sull’osservanza degli stessi da parte dei proponenti, l’assessore De Meo si è soffermato sulle caratteristiche e sugli obiettivi e le scelte progettuali.
L’area interessata si trova in località Capratica per una estensione di 450 mila mq. Il piano coniugherà l’esigenza residenziale con quella di conservazione dell’ambiente naturale, garantito dal mantenimento della vegetazione esistente, dall’insediamento di specie arboree tipiche del luogo e dalla conservazione dell’assetto idrogeologico.
E’ prevista una cubatura realizzabile pari a 112.500 mc di cui il 20% riservato a negozi, magazzini e a quanto stabilito dalla normativa vigente. Il numero degli abitanti di 1.125 è commisurato ala cubatura strettamente residenziale.
Di rilievo è la disponibilità di un’area di 260 mila mq a favore del Comune destinata ad attrezzature pubbliche e sportive.
Una priorità assoluta è prevista e disciplinata dalla convenzione per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria che saranno a carico del Consorzio privato per l’ammontare di euro 7 milioni circa.
Siamo in presenza di un progetto di assoluto prestigio, ha affermato l’assessore Salvatore De Meo, che ben si coniuga con l’indirizzo di sviluppo turistico e ricettivo perseguito dall’amministrazione comunale, in modo da favorire uno sviluppo unitario dell’intera fascia costiera. Infatti, sull’esempio di tale Piano particolareggiato, altre analoghe proposte sono in fase di programmazione e discussione, in grado di realizzare modelli innovativi e qualificati di villaggi turistici sul nostro litorale.
I consiglieri di minoranza Massimo Di Fazio, Arnaldo Faiola, Fernando Di Fazio, Claudio Padula, hanno evidenziato la brevità di tempo avuto a disposizione per esaminare in modo approfondito tale progetto urbanistico, nei confronti del quale occorre prevedere il massimo delle garanzie per cautelare il Comune.
Ritengono pertanto lacunosa la relativa convenzione in alcune parti. Inoltre ritengono che la previsione dei 1.125 abitanti è destinata a crescere sensibilmente nei mesi estivi, per cui risulta necessario realizzare un adeguato impianto di depurazione. Perplessità sono sollevate anche in merito ai tempi di ultimazione delle opere e all’assenza di pareri degli Enti fornitori dei vari servizi (Enel, Italgas, Acqualatina, ecc.).
Sia l’assessore Salvatore De Meo in fase di replica agli intervenuti, sia consiglieri di maggioranza (Giani Giannoni, Onorato Di Manno, Dante Mastromanno, Lucio Biasillo) hanno sostenuto, invece, la validità del progetto, i vantaggi che ne derivano in termini di sviluppo e di occupazione.
Alcune indicazioni della minoranza sono state recepite in fase di approvazione del Piano particolareggiato, approvato a maggioranza dal Consiglio comunale.
Il punto riguardante l’adozione del Piano di utilizzo dell’arenile è stato rinviato su proposta del capo-gruppo di Forza Italia Lucio Biasillo.
Dopo l’approvazione dei progetti preliminari di sistemazione di Via Luca Giordano e di Via Spinete I, in variante al Prg , la seduta è stata sciolta dal presidente Giorgio Fiore.

Fondi, 14 marzo 2007 p. la Comunicazione Istituzionale
Gianfranco Antonetti

 
 
HornetMultimedia