Home | Chi Siamo | Archivio News | Contatti | E-mail |
 
 

11 FEBBRAIO, NOVANT'ANNI DALLA NASCITA DI GIUSEPPE DE SANTIS

 
 


L’11 febbraio 1917 nasceva a Fondi Giuseppe De Santis, uno dei maestri del cinema italiano, autore di capolavori come “Caccia tragica”, “Riso amaro”, “Roma ore 11”.
Per ricordare la figura e l’opera del grande regista del neorealismo l’Associazione a lui intitolata ha organizzato per domenica 11 febbraio p.v. alle ore 17.30 presso il Castello Caetani di Fondi una manifestazione culturale, che sarà presieduta dal regista Ettore Scola, direttore dell’Associazione stessa.
Il Sindaco di Fondi Luigi Parisella e l’Assessore alla Cultura Pierluigi Avallone porteranno il saluto della città.
L’iniziativa - sostenuta da Comune di Fondi, Regione Lazio ed Ente Parco Regionale dei Monti Aurunci - prevede diversi interventi. Il critico e storico del cinema Callisto Cosulich relazionerà su “Giuseppe De Santis critico della rivista Cinema”. Il Direttore del dipartimento Ambiente della Regione Lazio, Raniero De Filippis, interverrà sul tema “Dal cinema di Giuseppe De Santis al Parco dei Monti Aurunci verso il Museo del Neorealismo”. Concluderà il Consigliere delegato dell’Associazione Giuseppe De Santis, Virginio Palazzo, presentando il programma delle manifestazioni per l’anno in corso.
In apertura e a conclusione dell’incontro saranno proiettati i video inediti “Desantisiana” – a cura del segretario dell’Associazione, Marco Grossi – e “Una giornata con Peppe” – realizzato dal giornalista RAI Mauro Caporiccio.
Molti sono i progetti che saranno concretizzati dall’Associazione nel 2007, anno in cui ricorre anche il decennale della morte del regista. Tra questi:
• L’attività di formazione scolastica, che vedrà coinvolte contemporaneamente le classi III delle Scuole Medie inferiori di Fondi, Lenola, Monte S. Biagio, Itri e Sperlonga, città riflesse nei film “Non c’è pace tra gli ulivi” e “Giorni d’amore” che De Santis ideò e realizzò nel paesaggio che lo vide nascere e crescere. Ogni Istituto sarà invitato a produrre un video attraverso il quale gli allievi si cimenteranno in un percorso visivo “Sulle tracce di Giuseppe De Santis”, riscoprendo ed analizzando il paesaggio dove essi vivono, sottolineandone le trasformazioni ambientali ed antropologiche.
• Il progetto del costituendo “Museo Multimediale del Neorealismo” che avrà sede a Fondi presso il Palazzo del Principe Caetani-Colonna (XIII e XIV secolo), la cui gestione è affidata dalla Regione Lazio all’Ente Regionale Parco dei Monti Aurunci. L’intuizione si deve al critico del «Corriere della Sera», Tullio Kezich, che nel 1999, in occasione della costituzione a Fondi dell’Associazione Giuseppe De Santis, ne propose la realizzazione. E proprio Kezich, impossibilitato a partecipare alla manifestazione dell’11 febbraio, ha voluto inviare una testimonianza scritta, che sarà letta integralmente nell’occasione, dove tra l’altro si legge: “Mi fa piacere che da un amichevole scambio di idee di quando insieme celebrammo la nascita dell’Associazione sia sopravvissuta l’idea di istituire a Fondi un Museo del Neorealismo. E’ giusto ricordare quella grande stagione creativa che si prolungò sull’arco di un ventennio, dalla guerra alla Nuova Frontiera, promuovendo idee, artisti, libri e film che hanno fatto scuola in tutto il mondo; e mi pare bello che ciò avvenga in una capitale della civiltà contadina collocata nel cuore della Ciociaria, uno dei luoghi in cui più fervida è stata la maturazione degli entusiasmi e delle iniziative”; per poi concludere: “Mi auguro insomma che l’erigendo museo di Fondi diventi non soltanto un archivio della memoria ma un luogo fervido di incontri, presenze e iniziative tali da perpetuare e aggiornare la via italiana alla creazione cinematografica. Un museo in cui, proprio alla maniera di Peppe, si possa respirare la vita come nelle campagne che lo circondano”.

Info: 347.7576351 - assodesantis@tiscali.it

 
 
HornetMultimedia